Art. 71 – Nuovo membro nella Commissione per i Soggetti Abilitati alle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro

Con il Decreto Direttoriale n.97 del 30 Novembre 2018, l’ing. jr. Gerardo La Nave è stato individuato, in sostituzione dell’ing. Catia Santangelo, quale rappresentante effettivo del Ministero dello sviluppo economico nella Commissione per l’esame della documentazione per l’iscrizione nell’elenco dei soggetti abilitati di cui all’Allegato III del D.M. 11 aprile 2011.

La Commissione era stata ricostituita con decreto direttoriale n. 11 del 21 febbraio 2017 ed aggiornata con decreto direttoriale n. 48 del 9 maggio 2018.

Il decreto reso pubblico dalla Direzione Generale dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è disponibile in allegato.

DD-97-del-30112018-aggiornamento-commissione-verifiche-periodiche

Le nuove Convenzioni ALPI per servizi di consulenza ed assistenza legale

In occasione del Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, tenutosi a Roma lo scorso 22 novembre, è stato ribadito che le attività effettuate dai Laboratori e dagli Organismi di Certificazione e Ispezione, soggette ad accreditamenti e/o autorizzazioni ministeriali, pur sempre orientate alla professionalità e alla qualità del servizio, come in ogni altra attività possono essere soggette all’errore professionale, qualunque sia la causa che lo determina.

In assenza di evidenza oggettiva tra le parti, idonea a individuare l’oggetto dell’incarico e le criticità in esso insite, per affrontare eventuali richieste di coinvolgimento nelle valutazioni delle responsabilità civili o penali, è necessario il supporto di legali con specifica competenza nel settore.

Le due importanti Convenzioni, sottoscritte da ALPI con lo Studio Legale Bordoni per le questioni legali di natura penale e, parimenti, con lo Studio Legale Stefanelli & Stefanelli per le questioni legali in ambito civile e amministrativo, nascono proprio con l’obiettivo di aiutare e supportare gli Operatori del settore TIC – Testing, Inspection & Certification. Le copie delle convenzioni sono disponibili in allegato.

“Perché i laboratori e gli organismi di certificazione possano operare con maggiore consapevolezza, con tutte le garanzie per chi voglia lavorare con serenità ed in maniera libera, è venuto il tempo di confrontarsi con piena consapevolezza di quanto fatto nell’interesse degli utenti e dei consumatori” – afferma il Presidente ALPI – Dott. Paolo Moscatti. “Occorre far riferimento non solo a norme contrattuali miranti a identificare l’effettiva responsabilità dell’Organismo o del Laboratorio circa il proprio operato” – prosegue il Presidente – “ma anche a promuovere il valore di una migliore condivisione delle informazioni tra Operatore del settore TIC e committente, tale da rendere noto e condiviso tanto l’obiettivo dell’intervento quanto i fattori di incertezza che caratterizzeranno il risultato finale”.

Gli Associati ALPI potranno avviare un canale di contatto diretto con gli esperti legali da anni impegnati nel settore TIC, che certamente possono essere di supporto nell’analisi delle criticità emerse, evitando così “trappole” e “mancate coperture”, e riducendo i rischi per le proprie aziende. Per eventuali contatti rimandiamo gli Associati a contattare la Segreteria Alpi al numero 051 41 98 445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.


Avv. Silvia Stefanelli

Ha una vasta esperienza come Avvocato cassazionista, esperta di diritto sanitario ed accreditamenti degli Organismi di Certificazione. È membro del Comitato Scientifico dell’Associazione Medico Giuridica Melchiorre Gioia, ed ha conseguito il titolo di Privacy Officer on European Data Protection Law. La sua costante collaborazione con il Sole 24 Ore e altre riviste di settore, l’aggiornamento costante e competente nel settore TIC hanno conferito dell’avv. Silvia Stefanelli un apprezzato riferimento per gli operatori TIC.

Avv. Gabriele Bordoni

L’avvocato Bordoni, da molti anni consulente di Enti di Certificazione, compagnie assicuratrici e società internazionali è iscritto all’Albo dell’Ordine Forense di Roma ed esercita la professione di avvocato da più di 25 anni nel campo penalistico. È noto per avere svolto ministero di difensore nel contesto di numerosi processi di rilevanza nazionale. Ha un’ampia esperienza come delegato nell’Associazione Nazionale Forense per l’Emilia Romagna per la Formazione continua degli Avvocati in diritto penale e processuale penale, ora membro del Comitato scientifico della Fondazione Forense Bolognese.


Roma, 22 Novembre 2018 – Sottoscrizione delle Convenzioni con ALPI per servizi di consulenza ed assistenza legale. In entrambe le immagini, a sinistra l’Avv. Gabriele Bordoni – Studio Legale Bordoni, al centro il Dott. Paolo Moscatti -Presidente ALPI, a destra l’Avv. Silvia Pari – Studio Legale Stefanelli & Stefanelli (in sostituzione dell’Avv. Silvia Stefanelli).

GLI ATTI E LE INTERVISTE DEL CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ”

Giovedì 22 Novembre 2018 a Roma, ALPI ha organizzato il Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, con l’obiettivo di coinvolgere e stimolare gli operatori del settore TIC (Testing, Inspection & Certification) sulle responsabilità legali derivanti dal proprio operato e sulle modalità con le quali queste possono essere attenuate, legalmente ed economicamente.

“Perché laboratori, organismi di certificazione e organismi di ispezione possano operare con maggiore consapevolezza e serenità, è tempo di confrontarsi sentendosi parte di una stessa grande squadra che agisce in sinergia con la coscienza di quanto fa e nell’interesse degli utenti e dei consumatori.”. Si può riassumere con queste parole raccolte da un intervento sul palco, l’impegno di ALPI Associazione. Ed è proprio la consapevolezza delle proprie responsabilità legali il filo conduttore del Convegno che ha visto riuniti oltre 200 professionisti, in rappresentanza di istituzioni e imprese che hanno risposto con vivo interesse all’iniziativa confermandone il grande valore.

Il Convegno è stato aperto con i saluti del Presidente ALPI Paolo Moscatti e dei rappresentanti degli Enti patrocinatori: Giuseppe Rossi – Presidente di ACCREDIA, Marco Decio – Presidente di CONFINDUSTRIA SERVIZI INNOVATIVI & TECNOLOGICI e Claudio Rosso – Presidente di AICQ. A seguire i contributi degli operatori del settore TIC che hanno illustrato i rischi legali connessi alle attività di testing, ispezione e certificazione, portando il punto di vista di Organismi e Laboratori: Battista Nicoli – Presidente ALA, Fabio Bicchi – Vice Presidente ALPI e Vincenzo Patti – Presidente AIOICI.

Alle sollecitazioni degli operatori TIC hanno risposto: l’Avv. Gabriele Bordoni che ha introdotto il concetto di individuazione delle fonti di rischio nella responsabilità legale, contrattuale ed extra contrattuale; l’Avv. Silvia Pari che ha analizzato le strategie aziendali per ridurre il rischio legale e le forme di attenuazione della sua entità e probabilità; il Magistrato Stefano Pesci che ha chiarito l’approccio alla valutazione giuridica di imperizia, imprudenza e negligenza, ovvero quei fattori che potrebbero essere giudicati alla base di una errata valutazione tecnica. Ad arricchire il dibattito, il giornalista e moderatore dell’incontro Maurizio Melis che ha favorito l’interazione tra il pubblico e gli esperti legali.

ALPI vuole rendersi sempre più protagonista nel processo di innovazione del settore TIC anche attraverso la diffusione della cultura della qualità e la qualifica degli operatori. Per questo investe costantemente in attività di formazione e punta fortemente sulla valorizzazione della propria comunicazione. Questo spirito ha portato ALPI a creare un network di esperti con cui condivide best practice e soluzioni volte al miglioramento tecnico e organizzativo dei propri associati. Grazie al contributo dei professionisti che ruotano intorno all’Associazione – collaboratori, partner, istituzioni, imprese – è stato possibile siglare due nuove Convenzioni con gli Studi Legali protagonisti del Convegno, che rappresentano un prezioso tassello da aggiungere ai servizi messi a disposizione degli Associati.

In allegato sono disponibili le presentazioni, le interviste ai relatori e il comunicato stampa che riassume le tematiche affrontate durante il Convegno. A breve saranno disponibili le registrazioni degli interventi che hanno stimolato molti spunti di riflessione e che potranno essere oggetto di ulteriore confronto in occasione dei Gruppi di Lavoro Specialistici organizzati da ALPI. Per maggiori informazioni sulle tematiche affrontate e sulle opportunità di aderire ad ALPI Associazione contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.


COMUNICATO STAMPA

Comunicato stampa post evento – Convegno Roma 22.11.2018


LE PRESENTAZIONI DEI RELATORI

Nicoli – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18

Bicchi – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18

Patti – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18

Pari (Stefanelli) – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18


LE INTERVISTE AI RELATORI


Con il patrocinio di:

       

Con il contributo di:

      

Con la partecipazione di:

    

Media Partner:

    

Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro: XX elenco dei soggetti abilitati

Con il Decreto direttoriale del 23 novembre 2018, n. 89, è stato adottato il ventesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell’Allegato III del decreto 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro ai sensi dell’articolo 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

Il Decreto direttoriale n. 89 consta in sette articoli:

  • all’articolo 1 è rinnovata l’iscrizione per i soggetti per i quali la Commissione di cui al D.I. 11.04.2011 ha potuto tempestivamente concludere la propria istruttoria;
  • all’articolo 2 è decretato l’inserimento ex novo della società ivi indicata, nell’elenco dei soggetti abilitati;
  • all’articolo 3 è decretato il subentro nell’elenco dei soggetti abilitati della società indicata nel decreto in luogo di un’altra società che viene, di conseguenza cancellata dell’elenco stesso;
  • all’articolo 4 sono apportate le variazioni alle iscrizioni già in possesso sulla base delle richieste pervenute nei mesi precedenti;
  • all‘articolo 5, vengono ulteriormente prorogati i soggetti ivi indicati per i quali è tuttora in corso l’attività di istruttoria tecnica da parte della Commissione di cui al D.I. 11.4.2011 delle istanze di rinnovo dell’iscrizione quinquennale, al fine di garantirne la continuità operativa e l’iscrizione nell’elenco dei soggetti abilitati;
  • all’articolo 6 viene specificato che con il presente decreto si adotta l’elenco aggiornato, in sostituzione di quello adottato con il decreto del 10 agosto 2018, n. 72;
  • all’articolo 7 sono riportati, come di consueto, gli obblighi cui sono tenuti i soggetti abilitati.

L’elenco adottato in allegato al Decreto del 23 novembre 2018, n. 89 sostituisce integralmente il precedente elenco allegato al Decreto direttoriale del 10 agosto 2018, n. 72.

DD-89-2018-20esimo-elenco-soggetti-abilitati-verifiche-periodiche

ACCREDIA – L’applicativo 3A per gestire online le visite ispettive nei laboratori di prova accreditati

Informatizzare per semplificare e migliorare l’efficienza dei processi e la qualità degli strumenti di lavoro. Per gli ispettori del Dipartimento Laboratori di prova, nasce l’applicativo 3A per gestire on line le visite nei laboratori.

Innovazione, trasparenza, efficacia. Questi gli obiettivi del percorso di informatizzazione avviato da Accredia per semplificare e rendere più efficienti i processi di lavoro degli ispettori e dei laboratori di prova accreditati.

Dopo la piattaforma DA on-line, attraverso cui i laboratori possono ottenere la DA-02 All.1 con le sezioni 2 e 6 automaticamente compilate, un nuovo traguardo è stato raggiunto con l’Applicativo 3A per gli ispettori, che permette di gestire in maniera informatizzata le visite nei laboratori, rendicontando via web le attività di audit in campo, il campionamento prove pre-audit, oltre alle attività di post-audit.

L’utilizzo dell’Applicativo 3A garantisce maggiore trasparenza in tutte le fasi del processo in quanto i dati prodotti nel corso della visita in laboratorio sono disponibili anche in modalità elettronica, e possono alimentare un database utile per effettuare elaborazioni statistiche in ottica di analisi e miglioramento.

Vantaggi per gli ispettori e i laboratori di prova, dunque, che possono contare su processi di lavoro sempre più efficienti, dal momento che, nel corso della visita, tutti i componenti del team ispettivo utilizzano lo stesso applicativo on line per condividere i risultati e rilevare subito gli elementi di criticità.

L’audit diventa così un’attività dinamica e gli ispettori possono verificare se la valutazione delle attività del laboratorio è adeguata, tenendo conto delle criticità emerse.

Queste le principali funzioni dell’Applicativo 3A:

  • gestione online dei campionamenti prove;
  • rendicontazione online delle risultanze della visita;
  • caricamento di tutta la reportistica sull’applicativo;
  • consultazione dei campionamenti prove di tutti i cicli di accreditamento, di tutti i rilievi del ciclo di accreditamento in corso e dei rilievi dell’ultima sorveglianza del ciclo precedente;
  • presentazione di una relazione di sintesi per la riunione finale con il laboratorio.

Dopo un’implementazione graduale, l’Applicativo 3A verrà utilizzato per tutte le visite, compresi i laboratori multisito, a partire dal 1° gennaio 2019.

FONTE: ACCREDIA

RASSEGNA STAMPA – CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ”

Si terrà a Roma il 22 Novembre 2018 presso il Best Western Plus Hotel Universo (Via Principe Amedeo 5/B) il Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, organizzato da ALPI Associazione con il patrocinio di ACCREDIA, AICQ e CONFINDUSTRIA SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI. Per info e iscrizioni CLICCA QUI.

RASSEGNA STAMPA – Di seguito tutti gli articoli che parlano di noi:

 

 

 

COS’È IL SETTORE TIC – TESTING, INSPECTION AND CERTIFICATION? I VIDEO ESPLICATIVI DI ALPI ASSOCIAZIONE

Sempre più spesso sentiamo parlare dell’importanza del settore TIC per garantire la qualità/conformità di prodotti/processi/servizi e la sicurezza dei consumatori. Ma cos’è il settore TIC e quali servizi offre?

I servizi di Testing, Inspection and Certification (TIC) assicurano la conformità di beni e servizi ai requisiti previsti da norme e regolamenti nazionali e internazionali, portando maggior fiducia in ogni transazione commerciale.

Le aspettative dei consumatori sulla qualità e l’affidabilità dei prodotti stanno aumentando la domanda di servizi TIC indipendenti, quindi, per le imprese è fondamentale garantire che i prodotti e i processi aziendali soddisfino gli standard richiesti in termini di qualità, salute e sicurezza.

Gli operatori del settore TIC – che forniscono servizi di valutazione della conformità altamente qualificati e imparziali – sono dei facilitatori del commercio perché aiutano gli esportatori ad affrontare i diversi regolamenti internazionali; sono un prezioso partner per le industrie perché propongono soluzioni economiche vantaggiose per rispettare le normative e rispondere alle aspettative del mercato; sono inoltre un importante alleato dei governi perché aiutano a proteggere i cittadini da prodotti contraffatti o non sicuri in ogni settore dell’economia.

Lo scopo principale dei due video istituzionali di ALPI Associazione è proprio quello di aiutare a comprendere il valore dei servizi di Testing, Inspection and Certification nella vita di tutti i giorni:

  • “ALPI – What is the TIC sector? Animated explainer video” è il video che spiega il ruolo degli Organismi di Certificazione e dei Laboratori per garantire la qualità dei prodotti e la sicurezza dei cittadini.

  • “ALPI – Anti counterfeiting Video” è il video realizzato per combattere la contraffazione dei prodotti, lanciato per la prima volta in occasione della EUROPOL IP Crime Conference 2018.

Obiettivo dei video è anche quello di promuovere l’Associazione ad ALPI presso tutte le aziende del settore TIC – Testing, Inspection and Certification, che generalmente operano in regime di accreditamento da parte di ACCREDIA e/o in seguito ad autorizzazione ministeriale: LABORATORI DI PROVA, LABORATORI DI TARATURA, ORGANISMI DI CERTIFICAZIONE, ORGANISMI DI ISPEZIONE, ORGANISMI NOTIFICATI, ORGANISMI ABILITATI.

Entrambi i video sono a disposizione di tutti gli operatori del settore TIC, anche per le aziende non ancora associate ad ALPI, con l’augurio che presto possano diventare parte di questo grande network di competenze e condividere i valori del mondo associativo. Perché diventare associati ALPI significa condividere il futuro. E dunque, perché non farlo? Il ruolo di rappresentanza di ALPI, le partecipazioni esclusive in ambito internazionale e lo scambio di esperienze sono solo alcuni dei vantaggi associativi. Essere un associato ALPI è un impegno comune per benefici condivisi!

Invitiamo quindi tutti gli interessati a diffondere questi video sul proprio sito e sui propri canali social, contribuendo alla diffusione della cultura della qualità ed alla comprensione del valore del settore TIC.

Per maggiori informazioni su come diventare un associato ALPI è possibile contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

N.B. ALPI ha curato la traduzione in lingua italiana dei due video realizzati dall’International Federation of Inspection Agencies (IFIA) e dall’International Confederation of Inspection and Certification Organisations (CEOC), in collaborazione con l’American Council of Independent Laboratories (ACIL) e l’European Federation of National Associations of Measurement, Testing and Analytical laboratories (EUROLAB) di cui ALPI è il rappresentante italiano.

GIC 2018 – Giornate Italiane del Calcestruzzo

Dall’8 al 10 Novembre 2018 a Piacenza si terrà la seconda edizione del GIC 2018 – Giornate Italiane del Calcestruzzo, la manifestazione italiana dedicata alle macchine, alle attrezzature, ai prodotti e alle tecnologie per l’industria del calcestruzzo, la prefabbricazione e il ripristino delle strutture in cemento armato, anche in zone sismiche.

ALPI ha confermato il suo patrocinio al GIC 2018 e mette a disposizione di tutti gli interessati il biglietto invito, disponibile in allegato, per visitare gratuitamente la mostra piacentina e partecipare ai numerosi eventi che si terranno collateralmente alla stessa.

ALPI segue sempre con attenzione le iniziative legate al settore Prodotti da Costruzione regolamentato dal CPR (UE) 305/2011, sia con la costituzione di uno specifico Gruppo Specialistico che raccoglie i migliori esperti dei processi di Testing, Inspection and Certification, sia con la partecipazione dei propri delegati al Mirror Group nazionale ed ai lavori comunitari dell’Advisory Group e dei Sector Group europei. Senza dimenticare poi la partecipazione di ALPI agli incontri dell’Osservatorio sul calcestruzzo e sul calcestruzzo armato, i rapporti con il Servizio Tecnico Centrale ed il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Poiché i Laboratori e gli Organismi di Certificazione hanno un ruolo fondamentale nelle prove e nei controlli finalizzati alla garanzia dei livelli di sicurezza delle costruzioni, si rende necessario un costante aggiornamento nei settori di loro interesse (evoluzione normativa, procedimenti autorizzativi, nuove attrezzature, standard operativi).

Il GIC 2018 – con un ampio programma di convegni, workshop e seminari organizzati da Associazioni, Istituzioni ed Università – rappresenta quindi un’importante occasione di aggiornamento professionale, durante la quale saranno presentate le nuove normative, le tecnologie innovative e le tendenze del mercato anche grazie alla collaborazione di alcune grandi aziende espositrici.

Gli interessati possono registrarsi e consultare il programma degli eventi sul sito www.gic-expo.it.

INVITO GIC 2018 – ALPI

Criteri Ambientali Minimi (CAM): La nuova UNI/PdR per la certificazione del contenuto di materiali riciclati e recuperati

Le Associazioni ALPI, AIOICI e CONFORMA stanno collaborando con la Giunta Esecutiva UNI che ha approvato l’avvio dei lavori di elaborazione di un nuovo progetto di prassi di riferimento (UNI/PdR) relativo alle Linee guida per le modalità di verifica del contenuto di riciclato, recuperato e/o sottoprodotti regolati da CAM (Criteri Ambientali Minimi).

La prassi di riferimento si propone di fornire delle linee guida sulle modalità di certificazione del contenuto di riciclato e/o recuperato e/o sottoprodotto di prodotti rispetto ai valori dichiarati da un’azienda che immette un certo prodotto sul mercato, secondo quanto previsto dal Decreto MATTM relativo ai CAM, Criteri Ambientali Minimi.

Si applica a tutte le organizzazioni che dichiarano il contenuto di riciclato/recuperato/sottoprodotto in un prodotto, indipendentemente dalla tipologia dello stesso, consentendo ai produttori di dare evidenza del rispetto del contenuto di materiali riciclati/recuperati/sottoprodotti presenti nei prodotti immessi sul mercato.

I lavori sul progetto di prassi di riferimento saranno avviati il 9 novembre 2018 a Milano tramite la riunione insediativa del Tavolo “Certificazione prodotti CAM” costituito da esperti di ALPI, AIOICI, CONFORMA e UNI.

Per maggiori informazioni contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Nuova proroga delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 – D.D. 18/10/2018

Pubblicato il Decreto direttoriale del 18 ottobre 2018 che abilita 13 organismi di ispezione ad operare in regime di proroga dal 18 ottobre al 31 dicembre 2018.

Il decreto è disponibile in allegato e sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico al seguente link:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/mercato-e-consumatori/normativa-tecnica/organismi-abilitati-alle-verifiche

ALPI continuerà a seguire da vicino le evoluzioni del settore interfacciandosi con Accredia ed i Ministeri competenti affinché garantiscano la continuità operativa degli Organismi abilitati a svolgere funzioni di verifica di parte terza, secondo la norma tecnica UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 tipo A, su istallazioni ed impianti indicati nel DPR 462/01.

DPR 462 – Decreto-proroga-del-18-10-2018