La ricerca europea per garantire la sicurezza dei prodotti

La ricerca europea per garantire la sicurezza dei prodotti

A seguito dell’interessante pubblicazione “The role of metrology and testing to characterize materials and products” del Luglio 2015, proponiamo in allegato il nuovo articolo del Prof. Horst Czichos – Past president di Eurolab – dedicato al tema della sicurezza dei prodotti.

L’articolo si basa sul sondaggio “European Research in Industrial Safety” del Dr. Jürgen Lexow – BAM di Berlino – e sui risultati della “International Safety Conference” (Bruxelles, Novembre 2015), organizzata da CEOC – la Confederazione internazionale delle organizzazioni di ispezione e di certificazione, IFIA – la Federazione internazionale delle agenzie di ispezione ed EUROLAB – la Federazione europea delle associazioni nazionali dei laboratori di misura, prova e analisi.

Dopo aver chiarito il significato dei termini Reliability, Risk and Safety, l’articolo propone un’analisi dei dati relativi all’efficacia delle attività di valutazione della sicurezza dei prodotti e afferma che l’effettuazione di prove, ispezioni e certificazioni di terza parte può ridurre significativamente il numero di prodotti non conformi sul mercato, aumentando così la sicurezza dei consumatori.

Si segnala inoltre che, per sostenere gli investimenti nella ricerca per la sicurezza industriale, è stata istituita la ETPIS – la Piattaforma tecnologica europea per la sicurezza industriale (www.industrialsafety-tp.org), che coinvolge le imprese del settore chimico, automotive, energia, trasporti, alimentare, costruzioni e manifatturiero, compreso anche il mondo accademico e le autorità di regolamentazione.

Per ulteriori informazioni sulle principali sfide per garantire la sicurezza dei prodotti, vi rimandiamo alla lettura del documento allegato e vi ricordiamo che ALPI è sempre disponibile a raccogliere eventuali feedback da condividere nei gruppi di lavoro EUROLAB, il più autorevole contesto europeo dedicato ai Laboratori di Misura, Taratura, Prova ed Analisi.

pdf[1]letter-from-europe-july2016-product-safety

Leggi articolo originale su eurolabitalia.it