Articoli

Gli atti del Congresso Nazionale dei Laboratori di Prova accreditati 2018

A Verona e a Roma, rispettivamente l’11 e il 18 Settembre 2018, Accredia ha organizzato il Congresso Nazionale dei Laboratori di prova accreditati, con il patrocinio del Comune di Verona e del Consiglio Nazionale dei Chimici.

L’evoluzione della normativa tecnica internazionale, i documenti revisionati e i nuovi applicativi per laboratori e ispettori, sono gli argomenti che hanno caratterizzato queste due giornate di aggiornamento con circa 800 partecipanti, in rappresentanza degli oltre 1.200 laboratori accreditati.

Inoltre, il Dr. Paolo Moscatti e il Dr. Giuseppe Sant’Unione hanno presentato il contributo di ALPI all’interpretazione della norma ISO/IEC 17025, per l’adeguamento degli accreditamenti dei Laboratori di prova. Obiettivo raggiunto dal Gruppo di lavoro EUROLAB che ha aggiornato e curato la traduzione italiana dei “CookBooks EUROLAB”, documenti sul tema della qualità elaborati per supportare i laboratori nell’applicazione della norma.

Di seguito il programma degli interventi:

  • Aggiornamenti normativi UNI CEI EN ISO/IEC 17011:2018 e UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 – Dr.ssa Tramontin, Dr. Pecoraro
  • Aggiornamento della documentazione e modulistica Accredia – Ing. Bargellini
  • Il valore dell’Associazione – ALA-ALPI – Dr. Moscatti, Dr. Sant’Unione
  • Circuiti interlaboratorio organizzati dal CRNS – Dr.ssa Cibin, Dr.ssa Ricci
  • L’applicativo on-line dell’All.1-DA-02 della Domanda di Accreditamento – Dr.ssa Casati
  • UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 e RT-08 rev.04 – Focus sui nuovi requisiti – GdL 17025, Ing. Bargellini, P.I. Guzzi, Dr.ssa Pepa, Dr. Peruzzo

I materiali presentati in occasione degli incontri annuali di ACCREDIA con i Laboratori di prova accreditati, sono disponibili al seguente indirizzo:

https://www.accredia.it/pubblicazione/congresso-nazionale-dei-laboratori-di-prova-accreditati-2018/

WMD 2018: cambiano i modelli di riferimento delle unità di misura

La Giornata Mondiale della Metrologia o World Metrology Day (WMD) corrisponde all’anniversario della firma della Convenzione del Metro, il trattato internazionale con cui, il 20 maggio 1875, i rappresentanti di 17 paesi posero le basi del Sistema Internazionale delle unità di misura (SI). Infatti, già da tempo il commercio, la produzione industriale e la ricerca scientifica esigevano un linguaggio comune e condiviso con cui esprimere le misurazioni.

Il Sistema Internazionale delle unità di misura ha subito diverse evoluzioni nel corso degli anni: basti pensare che all’inizio le unità di misura di base erano solo tre, mentre oggi sono sette. A kilogrammo, metro e secondo, unità per misurare la massa, la lunghezza e il tempo, si sono aggiunte via via le unità per la temperatura, l’intensità di corrente, l’intensità luminosa e la quantità di sostanza, cioè kelvin, ampere, candela e mole. Tutte le altre unità di misura si ricavano da queste sette e sono quindi dette unità derivate.

Per celebrare la Giornata Mondiale della Metrologia, domenica 20 maggio 2018 a Torino, l’ INRIM – Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica ha organizzato un Open Day rivolto a tutti i cittadini che hanno potuto visitare alcuni dei laboratori dell’Istituto italiano che esegue ogni tipo di misurazione. A seguire il convegno “La misura delle cose, da Eratostene a Verne”, moderato dal matematico Piergiorgio Odifreddi.

La Giornata Mondiale della Metrologia 2018 è stata dedicata al Sistema Internazionale delle unità di misura proprio perché questo sistema è vicino a un nuovo cambiamento epocale, come spiegato da Diederik Wiersma – Presidente dell’INRIM: “Le sette unità di base chilogrammo, metro, secondo, ampere, kelvin, mole e candela si preparano a essere ridefinite in termini di costanti fondamentali della fisica. Si tratta di un approccio che consentirà di realizzare campioni di riferimento più stabili di quelli attuali, immutabili nel tempo e riproducibili ovunque. Le leggi della natura saranno utilizzate per costruire le regole per misurare: in questo modo il Sistema internazionale diventa universale perché basato su leggi fisiche che sono valide ovunque, sulla Terra come su Marte”.

Gli studi della comunità metrologica internazionale sono in corso da molti anni, ma ormai la metà è vicina. La ridefinizione dei modelli di riferimento delle unità di misura sarà sancita dalla 26° Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure, che si terrà dal 13 al 16 novembre 2018 a Versailles, ed il nuovo Sistema entrerà in vigore l’anno prossimo, il 20 maggio 2019. In vista di questa rivoluzione il tema del WMD 2018 non poteva che essere il Sistema Internazionale e la sua costante evoluzione dal 1875 ad oggi.

Per maggiori informazioni:

www.inrim.it

www.worldmetrologyday.org

IMPRESA 4.0 – La Legge di Bilancio 2018 proroga di 1 anno le condizioni per l’iperammortamento

Il Piano Nazionale Impresa 4.0, le cui agevolazioni sono state approvate con la Legge di Bilancio 2017 e con successivi emendamenti previsti dalla Legge di Bilancio 2018 (L. 205/2017) approvata del Parlamento e in vigore dal 01.01.2018, prevede una serie di incentivi fiscali per le imprese che investono in tecnologia e digitalizzazione.

Con l’entrata in vigore della Legge 205/2017 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 302 del 29 dicembre 2017, vengono infatti prorogati gli incentivi del super e dell’iperammortamento per il piano INDUSTRIA 4.0, oggi IMPRESA 4.0.

Tra le varie misure è previsto anche l’ampliamento dei beni immateriali presenti nell’allegato B della Legge 232/2016, per i quali le imprese che effettuano investimenti in iperammortamento, possono beneficiare di un ulteriore incentivo del 40%. Tali beni possono essere non correlati al funzionamento dello specifico bene materiale oggetto di incentivi per l’iperammortamento come precisato nella Circolare 4/E/2017 a firma dell’Agenzia delle Entrate e del MISE.

A partire dal 2018, quindi, i beni aggiunti allegato B della Legge 232/2016 sono:

  • sistemi di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping nell’e-commerce;
  • software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realtà aumentata;
  • software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field).

Nella Legge di Bilancio 2018 si proroga quindi la possibilità di fruizione dei benefici dell’iperammortamento e della maggiorazione per i beni immateriali strumentali fino al 31 Dicembre 2018, ovvero al 31/12/2019 qualora almeno il 20% del costo di acquisizione sia stato versato entro il 31/12/2018. Per ottenere i benefici fiscali l’impresa è tenuta a produrre la documentazione di cui all’articolo 1 comma 11 della legge 232/2016 che prevede, per i beni aventi un costo di acquisizione superiore a 500.000,00 euro, la redazione di una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito tecnico industriale, iscritti nei rispettivi albi professionali, o da un attestato di conformità rilasciato da un Ente di Certificazione accreditato.

I nuovi corsi di formazione 2018 con Crediti Formativi Professionali (CFP)

L’offerta formativa di ALPI Associazione viene continuamente aggiornata con nuove sessioni formative progettate per sostenere la crescita operativa di tutte le Organizzazioni che operano nel settore dell’attestazione della conformità: Laboratori di Prova e Taratura, Organismi di Certificazione e Ispezione, Organismi Notificati e Abilitati.

Il calendario dei corsi di formazione ALPI in programma per il 2018, disponibile in allegato, potrà essere arricchito sulla base delle vostre segnalazioni. Sono già in programma nuovi corsi di formazione dedicati a:

  • NORME E PROCEDURE PER L’ACCREDITAMENTO (es. ISO/IEC 17020, ISO/IEC 17025, ISO/IEC 17065)
  • ORGANISMI NOTIFICATI E ABILITATI (es. norme armonizzate EN 81-20 e 81-50 per gli ascensori, verifiche sulle piattaforme elevatrici, verifiche di impianti elettrici di messa terra e nei luoghi con pericolo d’esplosione ai sensi del DPR 462/01, verifiche delle attrezzature di lavoro SP, SC, GVR ai sensi dell’art.71 del Dlg. 81/08)
  • LABORATORI DI PROVA E TARATURA (es. implementazione del sistema di gestione nei laboratori, sicurezza delle informazioni, analisi e gestione del rischio nell’ambiente di lavoro)
  • METROLOGIA (es. stima dell’ incertezza di misura, gestione dei processi di misurazione e delle apparecchiature, conferma metrologica, verifiche di conformità prodotto/processo, economia dei processi di taratura)
  • PRIVACY (es. applicazione del Regolamento europeo sulla protezione dei dati – EU Regulation 2016/679, adempimenti e misure di sicurezza per la tutela della privacy)
  • AMBITO LEGALE – ASSICURATIVO (es. relazione tra la polizza assicurativa ed il contratto di fornitura, azioni e risorse per prevenire il rischio di contenzioso, aspetti legali che possono coinvolgere Organismi e Laboratori)

ALPI offre la possibilità di riproporre i corsi di formazione organizzati negli anni precedenti sulla base delle richieste e delle manifestazioni di interesse pervenute, nonché di progettare corsi personalizzati su tutto il territorio nazionale per rispondere in modo puntuale e coerente alle esigenze formative degli Associati.

ALPI propone inoltre sessioni formative rivolte ai tecnici ed ai professionisti del settore Testing, Inspection and Certification (TIC) che intendono aggiornare e sviluppare le proprie competenze attraverso corsi accreditati e riconosciuti dal CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dal CNC – Consiglio Nazionale dei Chimici. I corsi di formazione organizzati da ALPI garantiscono infatti la possibilità di crescere professionalmente e al contempo, su esplicita richiesta degli associati, di ottenere Crediti Formativi Professionali ai fini dell’obbligo formativo.

Il valore della formazione organizzata da ALPI è supportato anche dalla collaborazione con docenti qualificati, dalla disponibilità immediata del materiale didattico e dall’attestazione di partecipazione apprezzata da ACCREDIA e dai Ministeri competenti, che valutano l’esperienza e la qualifica del personale operativo di Organismi e Laboratori.

Tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione ai corsi di formazione sono sempre disponibili sul sito e sui social network di ALPI Associazione. Continuate a seguirci ed a segnalarci le vostre esigenze formative scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Calendario Corsi 2018

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri