Articoli

ALPI AL CONGRESSO NAZIONALE DEI LABORATORI DI PROVA ACCREDITATI 2019

Il Congresso Nazionale dei Laboratori di Prova accreditati si svolge anche quest’anno a Verona e a Roma, rispettivamente il 15 e il 24 Ottobre 2019, con l’obiettivo di offrire un aggiornamento sugli aspetti specifici e tecnici connessi alle attività di audit nei laboratori di prova.

I due incontri di aggiornamento, organizzati dal Dipartimento Laboratori di Prova ACCREDIA, coinvolgeranno gli oltre 1.000 Laboratori di prova accreditati che, ogni giorno, operano su tutto il territorio nazionale per assicurare l’affidabilità dei risultati analitici in tutti i settori di interesse per le imprese, le istituzioni e i consumatori.

Tra essi rientrano anche i Laboratori competenti per le analisi finalizzate a garantire la sicurezza degli alimenti, che sono circa 500. Soprattutto in questo ambito, ricoprono un ruolo particolarmente importante i Laboratori pubblici, tra cui IZS, ARPA, ISS, ASL, ecc. con oltre 150 sedi accreditate in tutta Italia.

In queste due importanti giornate di aggiornamento, riservate ai Laboratori di Prova accreditati da ACCREDIA, non poteva mancare la partecipazione di ALPI Associazione. Al seguente link è disponibile l’intervento del Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI e Vice Presidente di EUROLAB aisbl – che evidenzia le principali opportunità per supportare le attività dei Laboratori accreditati e i valori del mondo associativo:

Intervento di Paolo Moscatti – Presidente ALPI – Congresso Laboratori ACCREDIA 15-24/10/2019

 

Di seguito il programma completo degli interventi:

  • “Il rapporto con il cliente nelle attività di laboratorio” – Nausicaa Orlandi, Presidente FNCF
  • “Transizione UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018: stato dell’arte” – Silvia Tramontin Direttore di Dipartimento ACCREDIA e Federico Pecoraro Vice Direttore di Dipartimento ACCREDIA
  • “Transizione UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018: criticità nell’implementazione” – GdL 17025 (B. Bargellini, S. Guzzi, S. Pepa, G. Peruzzo)
  • “Aggiornamento della documentazione e modulistica ACCREDIA” – Beatrice Bargellini Responsabile Sistema di Gestione ACCREDIA
  • “Novità della terza edizione della norma UNI EN ISO 19011” – Nicola Gigante Ispettore ACCREDIA
  • “L’applicativo on-line dell’All.1-DA-02 della Domanda di Accreditamento” – Giulia Casati Funzionario tecnico e Ispettore ACCREDIA

Per maggiori informazioni sugli orari e le modalità di svolgimento del Congresso Nazionale dei Laboratori di Prova accreditati è possibile consultare il programma allegato e visitare il sito www.accredia.it alla pagina dell’evento.

 Programma – Congresso Nazionale dei Laboratori di Prova accreditati 2019

 

Milano Green Forum 2019

Dal 12 al 14 Settembre 2019 a Milano, presso MiCo Milano Congressi in Via Gattamelata, 5, si terrà la prima edizione del Milano Green Forum, un laboratorio per riflettere sul rapporto tra imprese, terzo settore e cittadini sul tema ambiente nei contesti urbani.

Declinato in 16 aree tematiche, il Forum ospita dibattiti sulle principali tendenze, definizioni condivise, spazi per b2b trasversali, innovazioni, mostre fotografiche e un’area tecnologica dedicata agli elementi che ci circondano (Aria, Acqua, Suolo e Biodiversità).

Fra i temi che saranno affrontati al Milano Green Forum l’economia circolare, il design, la valorizzazione delle nuove forme energetiche, la comunicazione, le certificazioni, le nuove possibilità occupazionali offerte dai green job e l’ambiente, con lo scopo di evidenziare come questi temi interessino ogni aspetto della vita quotidiana in modo trasversale e permeante.

Un progetto culturale che si arricchisce anche della partecipazione di molteplici attori, sia nazionali che europei. Il programma dell’evento è infatti caratterizzato dall’alternarsi di workshop, incontri culturali e forum di discussione: CLICCA QUI PER SCARICARE IL PROGRAMMA

Tra i numerosi incontri in programma, ALPI Associazione – Supporting Partner del Milano Green Forum vuole richiamare l’attenzione sul Convegno “La certificazione è un’etichetta”, che si svolgerà Venerdì 13 Settembre.

Con la partecipazione di Filippo Trifiletti – Direttore Generale Accredia, Piero Torretta – Presidente UNI e di Adriana Baffetti – Responsabile Schemi Ambiente ed Energia Kiwa Cermet Italia, il Convegno intende illustrare lo schema della certificazione attraverso la comprensione della differenza tra un prodotto certificato ed uno non, di quali certificazioni internazionali e nazionali esistano, della loro utilità e di quanto il consumatore possa incidere sul mercato scegliendo o meno questa strada di consumo.

La partecipazione al Milano Green Forum è gratuita: CLICCA QUI PER EFFETTUARE L’ISCRIZIONE

Per qualsiasi ulteriore informazione visitare il sito www.milanogreenforum.com.

WORKSHOP E TAVOLA ROTONDA CON I LABORATORI: FOCUS SUI MATERIALI DI RIFERIMENTO

Grande partecipazione al “WORKSHOP E TAVOLA ROTONDA CON I LABORATORI DI PROVA E TARATURA”, tenutosi Giovedì 27 Giugno 2019 a Bologna, organizzato da ALPI Associazione con la partecipazione di ACCREDIA.

Una giornata di confronto e di condivisione di esperienze con i Laboratori di Prova e Taratura provenienti da tutta Italia, che è stata aperta dai saluti di benvenuto del Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI.

La prima parte dell’incontro a cura della Dott.ssa Giulia Suriani – Funzionario Tecnico del Dipartimento Laboratori di Taratura ACCREDIA, è stata dedicata al ruolo dei materiali di riferimento certificati (Certified Reference Materials – CRM) a valle dei recenti aggiornativi normativi: la pubblicazione della nuova norma ISO/IEC 17034:2017, la revisione della ISO Guide 35:2017 e la nuova edizione della norma ISO/IEC 17025:2018. Sono inoltre stati affrontati molti aspetti peculiari relativi alla riferibilità metrologica ed al rilascio dei certificati di materiali di riferimento.

A tal proposito segnaliamo che le slide presentate dalla Dott.ssa Giulia Suriani, oltre ad essere disponibili per tutti i partecipanti all’incontro, sono a disposizione di tutti gli Associati ALPI nella sezione “Area Condivisa” dell’Area Riservata del sito ALPI.

La seconda parte della giornata è stata caratterizzata da una Tavola Rotonda, organizzata nell’ambito del Gruppo Specialistico Laboratori ALPI, in cui i tutti i partecipanti hanno potuto confrontarsi sulle tematiche all’ordine del giorno, con il coordinamento del Dott. Luca Boniardi – Vice Presidente ALPI e membro del TCQA (Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration) di EUROLAB aisbl – Federazione Europea delle Associazioni nazionali dei Laboratori.

Le problematiche legate all’operatività dei Laboratori di Prova e Taratura, l’applicazione della nuova ISO/IEC 17025:2018 supportata dai CookBooks EUROLAB, l’armonizzazione degli ispettori ACCREDIA, la necessità di aggiornamenti normativi, le esigenze formative del personale e la necessità di convenzioni con i fornitori, sono solo alcune delle tematiche che sono state prese in esame e che hanno generato la necessità di nuove occasioni di confronto tra i Responsabili e Tecnici dei Laboratori di Prova e Taratura accreditati.

La partecipazione alle attività di ALPI Associazione permette infatti ai Laboratori di Prova e Taratura di essere tempestivamente informati su normative e regolamenti, nonché di affrontare insieme temi gestionali, quali analisi dei rischi, aspetti legali e assicurativi. Grazie ad ALPI i laboratori possono far sentire la propria voce presso l’Ente di accreditamento, i Ministeri e perfino in Europa tramite l’esclusiva partecipazione di ALPI in EUROLAB aisbl.

Per dare continuità al lavoro svolto, ALPI ha già programmato nuove occasioni di confronto dedicate unicamente ai Laboratori, nelle quali approfondire gli spunti di riflessione condivisi in questo primo appuntamento. Le attività in ambito associativo, di confronto e di rappresentatività, sono infatti il corretto contenitore entro il quale consolidare quello scambio culturale che può generare un valore aggiunto per la propria attività e per l’intero settore TIC – Testing, Inspection, Certification.

Insieme siamo più informati, più efficienti, più ascoltati! Se il tuo Laboratorio non è ancora associato ad ALPI, contatta la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivi a info@alpiassociazione.it per richiedere tutte le informazioni sulle tematiche affrontate in ambito associativo, sulle opportunità, i vantaggi e i servizi riservati agli Associati ALPI.

METROLOGIA LEGALE: PUBBLICATO L’ELENCO DEGLI ORGANISMI AUTORIZZATI AD EFFETTUARE IN PROROGA LE VERIFICAZIONI PERIODICHE

Il servizio di metrologia legale di Unioncamere ha pubblicato l’elenco degli Organismi autorizzati ad effettuare in proroga le verificazioni periodiche degli strumenti di misura con funzione di misura legale ai sensi del DM 93/2017, in linea con quanto previsto dal Decreto “Crescita”.

Si tratta degli Organismi che alla data del 18 marzo 2019 avevano accettato formalmente l’offerta economica di accreditamento di Accredia, e quindi risultano abilitati a operare in regime di proroga, fino al 30 giugno 2020, per effettuare le verificazioni periodiche, come previsto dall’art. 42 del nuovo Decreto “Crescita”, DL 34/2019.

L’art. 42 del Decreto “Crescita”, che ha aggiornato la tempistica prevista dal DM 93/2017 all’art. 18), prevede inoltre che gli organismi che non hanno ancora inoltrato domanda di accreditamento entro il 18 marzo 2019, possano continuare a operare fino al 30 giugno 2020 solo a decorrere dalla data della domanda, da presentare entro il 30 settembre 2019, e previa attivazione dell’iter di accreditamento.

Secondo quanto stabilito dal DM 93/2017, la verificazione periodica degli strumenti di misura con funzione di misura legale deve infatti essere eseguita da Organismi e Laboratori in possesso di accreditamento secondo le norme ISO/IEC 17020, ISO/IEC 17025 o ISO/IEC 17065, come specificate nell’allegato I del Decreto stesso. Organismi e Laboratori che eseguono la verificazione periodica devono  esibire l’accreditamento Accredia per poter presentare a Unioncamere la Scia (Segnalazione certificata inizio attività) ed essere quindi inseriti nell’apposito Elenco dei soggetti autorizzati a effettuare i controlli metrologici.

L’elenco dei soggetti in proroga ex art. 42 del DL 34/2019, disponibile in allegato, è diviso in due sezioni per agevolarne la consultazione, nella prima parte gli organismi sono elencati in ordine alfabetico, nella seconda sono elencati per provincia.

Per le modalità di formazione dell’elenco si consulti l’avviso alla seguente pagina:

http://www.metrologialegale.unioncamere.it/news.php?id_news=70

Per le caratteristiche degli strumenti su cui tali organismi possono svolgere le attività e per i riferimenti degli stessi si rinvia all’elenco storico dei Laboratori abilitati al seguente link:

http://www.metrologialegale.unioncamere.it/content.php?p=10.1

Elenco dei soggetti in proroga ex art. 42 del DL 34 2019 – agg. 21.05.2019

WORKSHOP E TAVOLA ROTONDA CON I LABORATORI DI PROVA E TARATURA (con la partecipazione di Accredia)

Giovedì 27 Giugno 2019 a Bologna, dalle ore 9.30 alle ore 13.00, presso lo Zanhotel Europa – Via Cesare Boldrini, 11, ALPI organizza una giornata di confronto e di condivisione di esperienze con i Laboratori di Prova e Taratura.

La giornata è strutturata in una prima sessione, con la partecipazione della Dott.ssa Giulia Suriani – Funzionario Tecnico del Dipartimento Laboratori di Taratura ACCREDIA, dedicata al ruolo dei materiali di riferimento certificati (Certified Reference Materials – CRM) a valle dei recenti aggiornativi normativi: la pubblicazione della nuova norma ISO/IEC 17034:2017, la revisione della ISO Guide 35:2017 e la nuova edizione della norma ISO/IEC 17025:2018.

Particolare attenzione sarà dedicata alla riferibilità metrologica ed al rilascio dei certificati di materiali di riferimento che vengono utilizzati non solo da altri Laboratori di Prova e Taratura o dagli Organismi di Certificazione e Ispezione, ma anche dall’utente finale – sia esso un’industria o un singolo cittadino – per avere la sicurezza che l’apparecchiatura di cui si dispone abbia un errore adeguato rispetto all’utilizzo cui è destinata.

La seconda sessione sarà caratterizzata da una Tavola Rotonda in cui i tutti i Laboratori potranno confrontarsi sulle tematiche all’ordine del giorno, con il coordinamento del Dott. Luca Boniardi – Vice Presidente ALPI e membro del TCQA (Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration) di EUROLAB aisbl – Federazione Europea delle Associazioni nazionali dei Laboratori di Misura, Prova ed Analisi.

Per i Responsabili ed i Tecnici dei Laboratori di Prova e Taratura si conferma infatti la necessità di occasioni di confronto su tematiche che hanno un forte impatto sulla qualità, sulle procedure e sulle modalità di gestione.

Le tematiche indicate nel programma, disponibile in allegato, potranno essere oggetto di ulteriore confronto in ambito europeo nei gruppi di lavoro di EUROLAB aisbl, cui partecipano i delegati ALPI per portare l’opinione dei laboratori italiani nei contesti istituzionali in cui vengono prese decisioni che hanno un diretto impatto sulla loro attività.

Si prega di confermare la propria partecipazione scrivendo a info@alpiassociazione.it

PROGRAMMA – WORKSHOP E TAVOLA ROTONDA CON I LABORATORI – BOLOGNA, 27.06.2019

METROLOGIA LEGALE: Prorogato il periodo transitorio per gli organismi abilitati ad effettuare le verificazioni periodiche

Il Decreto-legge “Crescita” del 30/4/2019, n. 34, in vigore dall’1/5/2019 (pubblicato nella G.U. Serie Generale n. 100 del 30/04/2019), all’art. 42 – Controllo degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale ed europea – dispone la riapertura del periodo transitorio di cui all’art. 18, co. 2 del D.M. 21/04/2017, n. 93, che si ricorda essere terminato il 18/3 u.s.

Di seguito il link al testo della norma nella Gazzetta Ufficiale:

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-04-30&atto.codiceRedazionale=19G00043&elenco30giorni=false

Si evidenzia in particolare che il richiamato art. 42, al co. 1, dispone che tale periodo transitorio “è prorogato al 30 giugno 2020 per gli organismi abilitati ad effettuare verificazioni periodiche in conformità alle disposizioni abrogate dall’art. 17 (del DM 93/2017) che, alla data del 18 marzo 2019, dimostrino l’avvenuta accettazione formale dell’offerta economica di accreditamento”.

A tale riguardo, al fine di semplificare gli adempimenti conseguenti a tale disposizione, si informa che Unioncamere acquisirà formalmente dall’Organismo nazionale di accreditamento (Accredia) l’elenco nominativo dei soggetti in possesso del requisito prescritto al fine di dar evidenza nel Portale dedicato (www.metrologialegale.unioncamere.it) della possibilità per gli stessi di proseguire transitoriamente nell’esercizio delle attività di verificazione periodica fino al termine indicato dal provvedimento.

Si sottolinea quindi che ciascun soggetto in possesso dei requisiti previsti dall’art. 42, co. 1 del D-legge n. 34/2019, a decorrere dal 1° maggio 2019, può riprendere ex legge lo svolgimento delle attività di verificazione periodica interrotte il 18 marzo u.s., senza ulteriori adempimenti, limitatamente agli strumenti di misura per i quali è stato riconosciuto/autorizzato da Unioncamere e/o dalle Camere di commercio ai sensi della normativa previgente al D.M. 93/2017.

Si evidenzia altresì che all’art. 42, co. 2, il Decreto prevede la possibilità per i soggetti che hanno operato nella vigenza del periodo transitorio, ma che non hanno presentato entro il 18 marzo u.s. la domanda di accreditamento e/o accettato formalmente l’offerta economica all’istanza formulata ad Accredia, di maturare tale requisito entro il termine del 30 settembre 2019, al fine di poter proseguire ex lege le attività interrotte il 18 marzo u.s. fino al 30 giugno 2020.

Anche in questo caso, si comunica che Unioncamere acquisirà formalmente da Accredia l’elenco nominativo dei soggetti in possesso del requisito prescritto al comma 2, al fine di dar evidenza sul Portale dedicato della possibilità per gli stessi di proseguire transitoriamente nell’esercizio delle attività, limitatamente agli strumenti di misura per i quali è stato riconosciuto/autorizzato da Unioncamere e/o dalle Camere di commercio ai sensi della normativa previgente al D.M. 93/2017, a decorrere dalla data di accettazione dell’offerta economica e fino al 30 giugno 2020.

Si informa altresì che nei prossimi giorni verrà ripristinata la possibilità, per tutti i soggetti, di utilizzare le pratiche telematiche in ambiente WebTelemaco per le comunicazioni inviate ai sensi dell’art. 13, co. 1 del D.M. 93/2017.

Tutto ciò premesso tutti i soggetti di cui ai commi 1 e 2 che, prima del termine del 30 giugno 2020, matureranno l’insieme dei presupposti e requisiti previsti all’allegato I del D.M. 93/2017, potranno proseguire senza soluzione di continuità nell’esercizio delle attività di verificazione periodica seguendo le previsioni e secondo le modalità indicate dal Decreto stesso, ovvero previa presentazione ad Unioncamere di apposita SCIA ai sensi dell’art. 11 del D.M. 93/2017 e delle disposizioni attuative di cui al Regolamento Unioncamere, raggiungibile al seguente link:

http://www.unioncamere.gov.it/P42A3606C421S143/regolamento-unioncamere-d-m–93-2017.htm

Si sottolinea infine che il co. 3 del richiamato art. 42 prevede che “Le disposizioni di cui al comma 1, sono applicate fino al nuovo esercizio delle competenze regolamentari del Ministro dello Sviluppo economico, ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, nella materia disciplinata dal citato decreto del Ministro dello sviluppo economico n. 93 del 2017”

Per ogni chiarimento al riguardo, si invita a contattare la competente Divisione VIII “Strumenti di misura e metalli preziosi” (metrologia legale), incardinata nella D.G. per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica, del Ministero dello Sviluppo economico:

https://www.mise.gov.it/index.php/it/direzioni-generali

FONTE: UNIONCAMERE

G.U. Serie Generale n. 100 del 30:04:2019

ALPI al fianco di A&T per INSTRUMENTATION VALLEY

Venerdì 12 Aprile 2019 a Milano, il Direttore generale di ALPI – Ing. Claudio Raponi, è intervenuto alla presentazione di Instrumentation Valley, la prima novità di A&T 2020, interamente dedicata al mondo delle prove e misure.

L’edizione 2020 della Fiera dedicata a Industria 4.0, Misure e Prove, Robotica, Tecnologie Innovative avrà un progetto interamente dedicato a Misure, Prove e Controlli.

In vista dell’appuntamento 2020, prende forma una nuova, proficua, collaborazione, tra ALPI e A&T, per far parlare i laboratori associati delle loro realtà, fare conoscere quello che è il livello di evoluzione e innovazione su cui stanno investendo nella loro attività. Acquistare uno strumento per fare delle prove può essere un piccolo investimento, altre volte può essere un investimento enorme, e quando si parla di investimenti di questa gamma deve essere riconosciuto.

“Quando si parla di Valley, venendo io da Bologna (Packaging Valley), si parla di cultura, storia, territorio ma anche innovazione e grande forza sul mercato. E come si fanno le macchine automatiche? Utilizzando misure e progettando, sviluppando e realizzando idee e diventando leader nel mondo. Passando oltre questa partentesi territoriale, vorrei un attimo spiegare in breve cos’è ALPI – Associazione dei Laboratori e Organismi di Certificazione e Ispezione, parliamo quindi di Soggetti che hanno come mission l’attestazione e la valutazione della conformità.

L’associazione è composta da quasi 100 associati, solo organizzazioni accreditate o per lo meno autorizzate dai Ministeri di competenza, che si occupano di valutare la conformità dei sistemi di qualità o dei prodotti agli standard di riferimento. I laboratori prova o i centri di taratura, accreditati da Accredia, sono quasi sempre la base strumentale attraverso cui si può arrivare alla certificazione della conformità.

Per il settore dei laboratori e dei centri di taratura, l’accreditamento è un requisito necessario e strategico, perché permette una armonizzazione tecnica di riferimento internazionale, che per il contesto di ‘Testing and Calibration’ che non è scontata, anzi è molto specialistica.

I contesti di collaborazione con A&T sono, oserei dire, in una fase di lancio, considerato il rapporto di stima e di amicizia storico.

Mi permetto di fornire un contributo concettuale a questo progetto con questa immagine: dichiarare la conformità a qualcosa, ad una specifica del committente ovvero ad uno standard di un ufficio tecnico o normativo significa assumersi una buona dose di responsabilità.

Quando dichiaro che una caratteristica che possiede le proprie particolarità ‘verificabili e/o misurabili’ è all’interno di uno standard o di un parametro di riferimento, sono nelle condizioni di poter dire che sto parlando di conformità. Tuttavia mi assumo la responsabilità di questa condizione dichiarata, quindi devo essere ben padrone di questa materia per evitare di venire poi chiamato in causa in caso di problemi sul prodotto dal mercato o dal committente.

I nostri laboratori, o meglio i laboratori associati ALPI (faccio fatica a definire ALPI un’azienda perché lo è come insieme di soggetti associati) vivono giorno per giorno questo livello di esigenza: essere in grado di dare un servizio di alta gamma, assumere la responsabilità di aver fatto bene il lavoro, poter dimostrare di aver fatto il massimo. I soggetti che si occupano di prove e taratura amano però essere con i piedi per terra, ed amano che una misura venga utilizzata correttamente nei limiti dei fini per cui tale misura è stata effettuata.

Molte volte uno dei temi che più da vicino coinvolge i laboratori è l’utilizzo di un report al di fuori di quella che era la ‘destinazione d’uso’ delle specifiche del committente o delle indicazioni di chi ha richiesto quel particolare tipo di report, all’interno del processo di valutazione della conformità.

Molte di queste casistiche ci vengono sottoposte dagli associati sotto innumerevoli sfaccettature, permettendoci quindi di costituire un ‘osservatorio’ molto ampio e ricco di esperienze reali.

Per un’associazione di rappresentanza è la necessità di assumersi la responsabilità di un processo di misura fatto correttamente, per poterne dichiarare la conformità.

Il processo di misura è un processo decisivo per tutti i laboratori, indipendentemente dalla difficoltà della grandezza che viene misurata. Spesso e volentieri mi sono divertito, nella mia precedente esperienza di auditor, a mettere a confronto le specifiche dell’ufficio tecnico con le specifiche della produzione. Che strumenti, che tolleranze, che valori vengono richiesti? Generalmente l’ufficio tecnico si pone ad alto livello, mentre la produzione, che è sul campo, deve affrontare i problemi operativi e risolverli.

Spesso tutto si risolve facendo parlare tra di loro le due parti: l’ufficio tecnico deve imparare (e qui si sposa benissimo con il progetto A&T) come trasmettere le specifiche alla parte produttiva, sia essa interna sia essa parte del mondo della fornitura, così come la parte produttiva deve chiedersi perché l’ufficio tecnico ha ricercato determinati parametri.  

Mi permetto di rilanciare anche un altro aspetto: la collaborazione nel progetto dell’amico Luciano Malgaroli, è favorire il contatto reale nel testing, fortemente caldeggiato in tutti gli eventi.  

Concludendo, come può contribuire l’Associazione ALPI a INSTRUMENTATION VALLEY? Porteremo sicuramente il feedback ‘dal campo’, faremo parlare i laboratori associati ALPI delle loro realtà, non a scopo di marketing ma per fare conoscere quello che è il livello di evoluzione e innovazione su cui stanno investendo la loro attività.  Acquistare uno strumento per fare delle prove può essere un piccolo investimento, altre volte può essere un investimento enorme, con un impegno dell’organizzazione almeno per i successivi 15 anni, e quando si parla di investimenti di questa gamma deve essere riconosciuto. Industria 4.0 è stato un importante supporto in questo caso, ma mi piace pensare anche ad un futuro ‘oltre’, ciò che facciamo oggi è già avvenuto, se guardiamo quello che faremo domani è troppo vicino, se guardiamo quello che possiamo fare in un futuro è una sfida importante!

Uno dei fattori su cui la politica di ALPI è concentrata, è la volontà di costruire un network di competenze. Non occorre essere specialisti di tutto, ognuno deve essere specialista del settore in cui opera. Ma occorre aprire le menti e creare le condizioni perché ci si possa parlare, si progettino le condizioni perché si realizzino le collaborazioni.

L’Italia, dai nostri dati, è ricca di laboratori ad alta frammentazione, che hanno una numerosità di dipendenti media dai 15 ai 18 addetti e un livello di investimento altissimo; ma se parliamo di quanti laboratori sanno lavorare insieme il numero è decisamente basso.

Il pregiato obiettivo di una manifestazione come A&T o della rivista Tutto_Misure è cercare di sfondare le ‘saracinesche mentali’ e trasmettere il messaggio che sappiamo e possiamo collaborare senza la paura di rubarci il know-how.

Credo che siamo capaci di confrontarci, tanto più che possiamo collaborare insieme in un progetto. A&T e la sua organizzazione ‘frizzante’, se si attiverà e porterà avanti questi temi, troverà ALPI sicuramente al suo fianco.”

Per maggiori informazioni: A&T presenta INSTRUMENTATION VALLEY

Gli Atti del XXXIII Convegno dei Centri di Taratura Accreditati

Sono state pubblicate le relazioni presentate in occasione del XXXIII Convegno dei Centri di Taratura Accreditati, svoltosi il 2 aprile 2019 a Milano presso il Politecnico di Milano.

PROGRAMMA

Indirizzi di saluto
Alessandra Beretta – Delegata Rettore Politecnico di Milano
Diederik Sybolt Wiersma – Presidente INRiM
Giuseppe Rossi – Presidente Accredia

“La costante evoluzione del Sistema Internazionale: dalla sua nascita all’introduzione, al nuovo SI”
Marco Pisani – Ricercatore INRiM

“Le unità elettriche nel nuovo Sistema Internazionale delle Misure”
Luca Callegaro – Ricercatore INRiM

“I primi 10 anni di vita di Accredia e del Dipartimento Laboratori di taratura”
Filippo Trifiletti – Direttore Generale Accredia

“Esiti della visita EA e attività del Dipartimento nel 2018”
Rosalba Mugno – Direttore Dipartimento Laboratori di taratura Accredia

“Stato delle transizioni degli accreditamenti alle nuove norme ISO/IEC 17011, 17025 e 17034“
Rosalba Mugno – Direttore Dipartimento Laboratori di taratura Accredia

“Aggiornamento della documentazione e modulistica del Dipartimento Laboratori di taratura”
Federico Marengo – Funzionario Tecnico Dipartimento Laboratori di taratura Accredia

Le relazioni sono disponibili nella sezione Pubblicazioni del sito www.accredia.it al seguente link: Atti del XXXIII Convegno dei Centri di Taratura Accreditati

DPR 462/01: VERIFICHE IMPIANTI ELETTRICI DI MESSA A TERRA – TENSIONE OLTRE I 1000 V (CORSO CON CFP – CREDITI FORMATIVI PER INGEGNERI)

Giovedì 6 Giugno 2019 Bologna, ALPI organizza il corso “DPR 462/01: VERIFICHE IMPIANTI ELETTRICI DI MESSA A TERRA – TENSIONE OLTRE I 1000 V”, progettato per rispondere alla necessità di una formazione professionale e continua degli Ispettori che svolgono l’attività di verifica sugli impianti elettrici e dei Progettisti, Impiantisti, Manutentori e Consulenti che desiderano ampliare la loro preparazione sulla problematica “sicurezza degli impianti elettrici”.

La formazione continua rivolta al personale operativo, verificatori e tecnici esperti, deve essere supportata da evidenze e resa disponibile ad ACCREDIA e al Ministero dello Sviluppo Economico, che valuteranno l’esperienza e la qualifica del personale per le discipline specialistiche e/o per la tipologia di ispezioni. I verificatori e candidati verificatori degli Organismi Abilitati ai sensi del DPR 462/01 potranno quindi dare evidenza della formazione effettuata ai fini dell’autorizzazione ministeriale e dell’accreditamento ACCREDIA.

Il docente del corso, Nanni Giuliano – Formatore qualificato UNAE, membro del Comitato Tecnico CEI e del Consiglio Direttivo di AEIT Associazione Elettrotecnica Italiana – fornirà le nozioni necessarie all’effettuazione delle verifiche periodiche degli impianti elettrici di messa a terra ai sensi del DPR 462/01 e delle normative applicabili (le norme CEI EN 61936-1 e 50522), dedicando particolare attenzione alle caratteristiche degli impianti appartenenti a sistemi in AT e MT ed alle tecniche di misura appropriate per i verificatori degli Organismi Abilitati.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso, già accreditato per il rilascio di 7 Crediti Formativi Professionali per Ingegneri, che si svolgerà presso la Sede di AULE+, Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Locandina_Corso_Bologna_06-06-2019

La sicurezza nei lavori elettrici: Le norme CEI 11-27:2014 e CEI EN 50110-1:2014 (PES, PAV, PEI)

Martedì 28 e Mercoledì 29 Maggio 2019 Bologna, ALPI organizza il corso “La sicurezza nei lavori elettrici: Le norme CEI 11-27:2014 e CEI EN 50110-1:2014 (PES, PAV, PEI)”, destinato ai verificatori, installatori, manutentori di impianti elettrici ed a tutti coloro che effettuano lavori elettrici o che sono frequentemente esposti al rischio elettrico.

Il corso, della durata di 14 ore, è conforme alle norme CEI 11-27:2014 e CEI EN 50110-1:2014 ed alle prescrizioni degli artt. 82 e 83 del D.Lgs. 81/08 sull’attribuzione dell’idoneità ai lavoratori che eseguono lavori elettrici e sull’adozione di procedure e attrezzature per l’esecuzione di lavori elettrici a regola d’arte e in sicurezza.

La partecipazione al corso consente di dare evidenza della formazione acquisita in merito alla norma CEI 11-27:2014, requisito formativo richiesto da ACCREDIA al personale ispettivo degli Organismi Abilitati ai sensi del DPR 462/01 che effettuano le verifiche periodiche e straordinarie sugli impianti elettrici di messa a terra.

La  vasta esperienza del docente, Nanni Giuliano – Formatore qualificato UNAE, Componente del Consiglio Direttivo di AEIT e Membro dei Comitati Tecnici CEI 64 e 78, in possesso dei requisiti previsti dal D.M. 06/03/2013 per l’erogazione della formazione di cui agli art. 34 e 37 del D.Lgs. n. 81/08 – consentirà un ricco scambio di esperienze con i partecipanti e il confronto sulle norme tecniche in materia elettrica.

Il superamento del test finale di valutazione consentirà di ricevere l’attestato di partecipazione propedeutico al riconoscimento della qualifica PES (Persona Esperta), PAV (Persona Avvertita) e PEI (Persona Idonea) da parte del datore di lavoro, per poter svolgere i lavori elettrici ai sensi della norma CEI 11-27:2014.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà presso la Sede di AULE+, Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria ALPI al numero di Tel. 051 4198445 o all’indirizzo e-mail info@alpiassociazione.it.

Locandina_Corso_Bologna_28.29-05-2019