Articoli

Il calendario dei nuovi corsi di formazione ALPI in programma nel 2019 (CORSI CON CFP – CREDITI FORMATIVI PER INGEGNERI)

La formazione di qualità orientata al risultato è essenziale per operare con professionalità ed efficienza in un mercato in costante evoluzione e sempre più competitivo come quello del TIC – Testing, Inspection and Certification.

Personale adeguatamente formato con un’ampia conoscenza del core business aziendale costituisce un asset preziosissimo per qualsiasi Organizzazione che opera nel settore dell’attestazione di conformità: Laboratori di Prova e Taratura, Organismi di Certificazione e Ispezione, Organismi Notificati e Abilitati.

Dalle solide basi di un’esperienza trentennale nel mondo TIC, ALPI organizza corsi di formazione e di aggiornamento professionale, workshop, seminari, convegni e webinar con docenti esperti e qualificati che operano a stretto contatto con il mercato, le aziende e le istituzioni del settore.

Il calendario dei nuovi corsi di formazione ALPI in programma nel 2019 è disponibile in allegato e sarà arricchito sulla base delle vostre segnalazioni. Sono già in programma nuove sessioni formative dedicate alle normative, agli standard nazionali ed internazionali, alle procedure per l’accreditamento (es. ISO/IEC 17020, ISO/IEC 17025, ISO/IEC 17065).

Grazie al contributo dei professionisti che ruotano intorno all’Associazione, su esplicita richiesta degli associati, i corsi di formazione ALPI possono essere accreditati dal CNI Consiglio Nazionale degli Ingegneri al fine di ottenere i Crediti Formativi Professionali e adempiere all’obbligo formativo.

Seguiteci sul sito web e sui social network di ALPI Associazione e continuate a segnalarci le vostre esigenze formative scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Calendario Corsi 2019

RIVIVI IL CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ” – ROMA, 22/11/2018

Online il video reportage e la registrazione integrale del Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, organizzato da ALPI Associazione, tenutosi Giovedì 22 Novembre 2018 a Roma presso il Best Western Plus Hotel Universo.


IL VIDEO REPORTAGE DEL CONVEGNO


LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DEL CONVEGNO (4 PARTI)

Parte 1 – Apertura dei lavori – Benvenuto ai partecipanti

  • Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI
  • Ing. Giuseppe Rossi – Presidente ACCREDIA
  • Dott. Marco Decio – Presidente CONFINDUSTRIA SERVIZI INNOVATIVI & TECNOLOGICI
  • Dott. Claudio Rosso – Presidente AICQ

Parte 2 – Il punto di vista degli operatori del settore

  • Dott. Battista Nicoli – Presidente ALA
    I rischi legali connessi alle attività di testing: il punto di vista dei Laboratori
  • Ing. Fabio Bicchi – Vice Presidente ALPI
    I rischi legali connessi alle attività di ispezione: il punto di vista degli Organismi di Ispezione
  • Ing. Vincenzo Patti – Presidente AIOICI
    I rischi legali connessi alle attività di certificazione: il punto di vista degli Organismi di Certificazione

Parte 3 – Tavola Rotonda

  • Avv. Gabriele Bordoni – Studio Legale Bordoni
    Potenziali fonti di responsabilità legale: contrattuale, extracontrattuale, da contatto sociale
  • Avv. Silvia Pari – Studio Legale Stefanelli & Stefanelli
    Misure di prevenzione del rischio legale e forme di attenuazione
  • Dott. Stefano Pesci – Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Roma
    L’approccio alla colpa professionale: come si valutano i contributi di negligenza, imprudenza e imperizia

Parte 4 – Dibattito e Conclusioni

  • Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI
  • Sig. Maurizio Melis – Moderatore e Giornalista di Radio 24

PER MAGGIORI APPROFONDIMENTI:


Con il patrocinio di:

       

Con il contributo di:

      

Con la partecipazione di:

    

Media Partner:

    

Le nuove Convenzioni ALPI per servizi di consulenza ed assistenza legale

In occasione del Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, tenutosi a Roma lo scorso 22 novembre, è stato ribadito che le attività effettuate dai Laboratori e dagli Organismi di Certificazione e Ispezione, soggette ad accreditamenti e/o autorizzazioni ministeriali, pur sempre orientate alla professionalità e alla qualità del servizio, come in ogni altra attività possono essere soggette all’errore professionale, qualunque sia la causa che lo determina.

In assenza di evidenza oggettiva tra le parti, idonea a individuare l’oggetto dell’incarico e le criticità in esso insite, per affrontare eventuali richieste di coinvolgimento nelle valutazioni delle responsabilità civili o penali, è necessario il supporto di legali con specifica competenza nel settore.

Le due importanti Convenzioni, sottoscritte da ALPI con lo Studio Legale Bordoni per le questioni legali di natura penale e, parimenti, con lo Studio Legale Stefanelli & Stefanelli per le questioni legali in ambito civile e amministrativo, nascono proprio con l’obiettivo di aiutare e supportare gli Operatori del settore TIC – Testing, Inspection & Certification. Le copie delle convenzioni sono disponibili in allegato.

“Perché i laboratori e gli organismi di certificazione possano operare con maggiore consapevolezza, con tutte le garanzie per chi voglia lavorare con serenità ed in maniera libera, è venuto il tempo di confrontarsi con piena consapevolezza di quanto fatto nell’interesse degli utenti e dei consumatori” – afferma il Presidente ALPI – Dott. Paolo Moscatti. “Occorre far riferimento non solo a norme contrattuali miranti a identificare l’effettiva responsabilità dell’Organismo o del Laboratorio circa il proprio operato” – prosegue il Presidente – “ma anche a promuovere il valore di una migliore condivisione delle informazioni tra Operatore del settore TIC e committente, tale da rendere noto e condiviso tanto l’obiettivo dell’intervento quanto i fattori di incertezza che caratterizzeranno il risultato finale”.

Gli Associati ALPI potranno avviare un canale di contatto diretto con gli esperti legali da anni impegnati nel settore TIC, che certamente possono essere di supporto nell’analisi delle criticità emerse, evitando così “trappole” e “mancate coperture”, e riducendo i rischi per le proprie aziende. Per eventuali contatti rimandiamo gli Associati a contattare la Segreteria Alpi al numero 051 41 98 445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.


Avv. Silvia Stefanelli

Ha una vasta esperienza come Avvocato cassazionista, esperta di diritto sanitario ed accreditamenti degli Organismi di Certificazione. È membro del Comitato Scientifico dell’Associazione Medico Giuridica Melchiorre Gioia, ed ha conseguito il titolo di Privacy Officer on European Data Protection Law. La sua costante collaborazione con il Sole 24 Ore e altre riviste di settore, l’aggiornamento costante e competente nel settore TIC hanno conferito dell’avv. Silvia Stefanelli un apprezzato riferimento per gli operatori TIC.

Avv. Gabriele Bordoni

L’avvocato Bordoni, da molti anni consulente di Enti di Certificazione, compagnie assicuratrici e società internazionali è iscritto all’Albo dell’Ordine Forense di Roma ed esercita la professione di avvocato da più di 25 anni nel campo penalistico. È noto per avere svolto ministero di difensore nel contesto di numerosi processi di rilevanza nazionale. Ha un’ampia esperienza come delegato nell’Associazione Nazionale Forense per l’Emilia Romagna per la Formazione continua degli Avvocati in diritto penale e processuale penale, ora membro del Comitato scientifico della Fondazione Forense Bolognese.


Roma, 22 Novembre 2018 – Sottoscrizione delle Convenzioni con ALPI per servizi di consulenza ed assistenza legale. In entrambe le immagini, a sinistra l’Avv. Gabriele Bordoni – Studio Legale Bordoni, al centro il Dott. Paolo Moscatti -Presidente ALPI, a destra l’Avv. Silvia Pari – Studio Legale Stefanelli & Stefanelli (in sostituzione dell’Avv. Silvia Stefanelli).

GLI ATTI E LE INTERVISTE DEL CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ”

Giovedì 22 Novembre 2018 a Roma, ALPI ha organizzato il Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, con l’obiettivo di coinvolgere e stimolare gli operatori del settore TIC (Testing, Inspection & Certification) sulle responsabilità legali derivanti dal proprio operato e sulle modalità con le quali queste possono essere attenuate, legalmente ed economicamente.

“Perché laboratori, organismi di certificazione e organismi di ispezione possano operare con maggiore consapevolezza e serenità, è tempo di confrontarsi sentendosi parte di una stessa grande squadra che agisce in sinergia con la coscienza di quanto fa e nell’interesse degli utenti e dei consumatori.”. Si può riassumere con queste parole raccolte da un intervento sul palco, l’impegno di ALPI Associazione. Ed è proprio la consapevolezza delle proprie responsabilità legali il filo conduttore del Convegno che ha visto riuniti oltre 200 professionisti, in rappresentanza di istituzioni e imprese che hanno risposto con vivo interesse all’iniziativa confermandone il grande valore.

Il Convegno è stato aperto con i saluti del Presidente ALPI Paolo Moscatti e dei rappresentanti degli Enti patrocinatori: Giuseppe Rossi – Presidente di ACCREDIA, Marco Decio – Presidente di CONFINDUSTRIA SERVIZI INNOVATIVI & TECNOLOGICI e Claudio Rosso – Presidente di AICQ. A seguire i contributi degli operatori del settore TIC che hanno illustrato i rischi legali connessi alle attività di testing, ispezione e certificazione, portando il punto di vista di Organismi e Laboratori: Battista Nicoli – Presidente ALA, Fabio Bicchi – Vice Presidente ALPI e Vincenzo Patti – Presidente AIOICI.

Alle sollecitazioni degli operatori TIC hanno risposto: l’Avv. Gabriele Bordoni che ha introdotto il concetto di individuazione delle fonti di rischio nella responsabilità legale, contrattuale ed extra contrattuale; l’Avv. Silvia Pari che ha analizzato le strategie aziendali per ridurre il rischio legale e le forme di attenuazione della sua entità e probabilità; il Magistrato Stefano Pesci che ha chiarito l’approccio alla valutazione giuridica di imperizia, imprudenza e negligenza, ovvero quei fattori che potrebbero essere giudicati alla base di una errata valutazione tecnica. Ad arricchire il dibattito, il giornalista e moderatore dell’incontro Maurizio Melis che ha favorito l’interazione tra il pubblico e gli esperti legali.

ALPI vuole rendersi sempre più protagonista nel processo di innovazione del settore TIC anche attraverso la diffusione della cultura della qualità e la qualifica degli operatori. Per questo investe costantemente in attività di formazione e punta fortemente sulla valorizzazione della propria comunicazione. Questo spirito ha portato ALPI a creare un network di esperti con cui condivide best practice e soluzioni volte al miglioramento tecnico e organizzativo dei propri associati. Grazie al contributo dei professionisti che ruotano intorno all’Associazione – collaboratori, partner, istituzioni, imprese – è stato possibile siglare due nuove Convenzioni con gli Studi Legali protagonisti del Convegno, che rappresentano un prezioso tassello da aggiungere ai servizi messi a disposizione degli Associati.

In allegato sono disponibili le presentazioni, le interviste ai relatori e il comunicato stampa che riassume le tematiche affrontate durante il Convegno. A breve saranno disponibili le registrazioni degli interventi che hanno stimolato molti spunti di riflessione e che potranno essere oggetto di ulteriore confronto in occasione dei Gruppi di Lavoro Specialistici organizzati da ALPI. Per maggiori informazioni sulle tematiche affrontate e sulle opportunità di aderire ad ALPI Associazione contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.


COMUNICATO STAMPA

Comunicato stampa post evento – Convegno Roma 22.11.2018


LE PRESENTAZIONI DEI RELATORI

Nicoli – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18

Bicchi – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18

Patti – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18

Pari (Stefanelli) – Slide Convegno ALPI – Roma, 22.11.18


LE INTERVISTE AI RELATORI


Con il patrocinio di:

       

Con il contributo di:

      

Con la partecipazione di:

    

Media Partner:

    

RASSEGNA STAMPA – CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ”

Si terrà a Roma il 22 Novembre 2018 presso il Best Western Plus Hotel Universo (Via Principe Amedeo 5/B) il Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, organizzato da ALPI Associazione con il patrocinio di ACCREDIA, AICQ e CONFINDUSTRIA SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI. Per info e iscrizioni CLICCA QUI.

RASSEGNA STAMPA – Di seguito tutti gli articoli che parlano di noi:

 

 

 

CONOSCI I RELATORI DEL CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ”

Guarda il video di presentazione e i documenti allegati per conoscere i relatori del Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione”, tenutosi Giovedì 22 Novembre 2018 a Roma, presso il Best Western Plus Hotel Universo – Via Principe Amedeo 5/B.

  • Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI
  • Avv. Gabriele Bordoni – Studio Legale Bordoni
  • Avv. Silvia Stefanelli – Studio Legale Stefanelli & Stefanelli


pdf1-2Programma – Convegno Roma 22.11.2018

Presentazione Relatori – Convegno Roma 22.11.2018


Con il patrocinio di:

          

 

Con il contributo di:

      

Con la partecipazione di:

    

Media Partner:

    

CONVEGNO ALPI “RESPONSABILITÀ LEGALE NELLA VALUTAZIONE DI CONFORMITÀ”

GIOVEDÌ 22 NOVEMBRE 2018 a Roma – dalle ore 10.00 alle ore 13.00 – ALPI Associazione ha organizzato il Convegno “Responsabilità legale nella valutazione di conformità prove, certificazioni, ispezioni: rischi e modalità di attenuazione” presso il Best Western Plus Hotel Universo – Via Principe Amedeo 5/B, con il patrocinio di:

          

Scopo del Convegno è quello di un confronto sugli aspetti legali derivanti dall’attività di attestazione della conformità. Diamo voce agli operatori del settore TIC – Testing, Inspection and Certification e agli esperti legali.

pdf1-2Programma – Convegno Roma 22.11.2018

Comunicato Stampa – Convegno Roma 22.11.2018


VIDEO DI PRESENTAZIONE DEL CONVEGNO

Vi aspettiamo numerosi e vi invitiamo ad ascoltare il video di presentazione del Convegno, realizzato da ALPI e disponibile sul canale You Tube dell’Associazione, con la partecipazione del Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI, dell’Avv. Gabriele Bordoni – Studio Legale Bordoni e dell’Avv. Silvia Stefanelli – Studio Legale Stefanelli & Stefanelli.


PER MAGGIORI APPROFONDIMENTI:


Con il contributo di:

      

Con la partecipazione di:

    

Media Partner:

    

I VALORI DI ALPI NELLA GOVERNANCE DI ACCREDIA

Fino a poco tempo fa si pensava che gli operatori del settore TIC – Testing, Inspection and Certification dovessero necessariamente assumere una posizione di opposizione rispetto agli Enti nazionali di accreditamento. A volte ci si trovava davvero in conflitto su specifici argomenti tecnici o su determinati approcci di processo. Adesso i tempi stanno cambiando (anche in ambito europeo) e il valore della collaborazione reciproca tra le parti è stato riconosciuto.

ACCREDIA si è sempre dimostrato disponibile a discutere con gli operatori del settore TIC, storicamente rappresentati da ALPI Associazione. Infatti, in oltre 30 anni di attività, ALPI ha costruito una relazione collaborativa e costruttiva con ACCREDIA in rappresentanza di un numero significativo di Laboratori e Organismi di Certificazione.

Nel corso del 2018 ed in particolare nell’ultimo trimestre sono stati fatti molti nuovi passi avanti e ALPI è stata coinvolta in alcuni importanti cambiamenti nella governance di ACCREDIA.

Siamo orgogliosi che il Dott. Paolo Moscatti – Presidente ALPI – sia stato eletto come membro del Consiglio Direttivo di ACCREDIA, organismo responsabile della gestione dell’Ente unico di accreditamento.

Anche l’Ing. Roberto Cusolito – Membro del Consiglio Direttivo e Past-President ALPI – è stato rieletto alla presidenza del Comitato di Indirizzo e Garanzia ACCREDIA, organismo con la funzione di esprimere le opinioni dei membri, nonché di formulare politiche operative ed assicurare il buon funzionamento dell’Ente.

Entrambi delegati a rappresentare gli operatori del settore TIC, grazie anche ad una lunga e qualificata esperienza, potranno dare voce alle esigenze ed alle necessità di tutte le Organizzazioni coinvolte nei processi di accreditamento.

Molte delle attività progettate da ALPI in sinergia con ACCREDIA nel corso del 2018, sono caratterizzate dalla necessità di approfondire le novità introdotte dalla norma ISO/IEC 17025:2017 al fine di individuare le problematiche operative e proporre soluzioni in linea con le esigenze dei laboratori accreditati.

ALPI ha già organizzato due importanti corsi di formazione sul nuovo standard e ha realizzato una serie di incontri per discutere le ricadute per i Laboratori nelle diverse aree di competenza.

ALPI ha anche effettuato la traduzione in lingua italiana dei “Cookbooks EUROLAB”, sintetici ed efficaci documenti elaborati per supportare i Laboratori nell’applicazione della norma ISO/IEC 17025:2017, disponibili gratuitamente per tutti i laboratori italiani. Per questa iniziativa ALPI ha ricevuto molte testimonianze e molte opinioni positive da parte di tecnici e responsabili qualità di laboratori accreditati.

Un ulteriore progetto non ancora concluso consiste nella realizzazione di alcuni Webinar, insieme agli specialisti di ACCREDIA, dedicati al chiarimento di alcuni punti sostanziali della nuova norma ISO/IEC 17025:2017. Dopo il primo Webinar, all’inizio di luglio, dedicato ai Laboratori di Prova, seguirà un secondo Webinar specificatamente indirizzato ai Laboratori di Taratura.

L’elezione dei rappresentanti ALPI nella governance di ACCREDIA e le numerose iniziative di carattere collaborativo, sono un chiaro riconoscimento dei valori dell’Associazione. Infatti, ALPI considera strategica la possibilità di creare una rete di competenze sempre più grande a cui possono unirsi gli Organismi di Certificazione ed i Laboratori italiani, per rappresentare al meglio le necessità di tutte le Organizzazioni che operano in regime di accreditamento.

Risk Based Approach in ISO\IEC 17025:2017 for testing and calibration laboratories

L’approccio basato sul rischio (Risk Based Approach) significa valutare sia il potenziale rischio sia le opportunità. L’approccio basato sul rischio non è un concetto nuovo ed è stato consigliato implicitamente nella versione del 2005 della norma, mentre nella versione 2017 è diventato un concetto molto importante ed è stato incorporato in tutto lo standard.

Pertanto, il laboratorio dovrebbe applicare l’approccio basato sul rischio fin dalla concezione del sistema di gestione del laboratorio e diffonderlo durante tutte le fasi di pianificazione, esecuzione e monitoraggio delle prestazioni. Difatti, l’approccio basato sul rischio ha sostituito l’azione preventiva che aveva una clausola speciale nella versione del 2005.

Lo standard non richiede alcun metodo formale di gestione del rischio né una procedura documentata di gestione del rischio, che dovrebbe essere considerata parte integrante di tutti i processi di laboratorio. Per soddisfare questo requisito, il laboratorio deve identificare il rischio in modo proattivo nella fase di pianificazione, comprendere le conseguenze e attuare misure preventive efficaci per eliminare o ridurre l’impatto negativo sull’attività di laboratorio.

Esistono diversi strumenti formali per identificare il rischio, tuttavia, l’approccio meno formale, che considera la frequenza, la gravità di una situazione e la categoria di rischio, può comunque essere adottato in laboratorio. Ad esempio, uno dei potenziali rischi per l’imparzialità è la “pressione economica” dei clienti per fornire risultati a loro favore. In questo caso, la fonte di rischio sarebbe il personale di laboratorio coinvolto nel test o nel processo decisionale.

Le misure preventive per eliminare o ridurre al minimo questo rischio possono essere, ad esempio, la firma annuale di un modulo di dichiarazione sul conflitto di interessi che rinnova l’impegno all’imparzialità, la valutazione della storia del personale prima dell’assunzione, l’applicazione del codice etico di laboratorio, ecc… Inoltre, la probabilità di accadimento può essere valutata sulla frequenza storica e la gravità può essere decisa in base all’entità dell’impatto negativo. Un approccio simile può essere adottato per valutare il rischio potenziale in altri contesti relativi alle operazioni di laboratorio.

Per un maggior approfondimento sul Risk Based Approach rimandiamo alla lettura del documento “ALPI_EUROLAB Cook Book – Doc No 18 Risk based appraoch_Rev. 2017”. I “CookBooks EUROLAB” sono sintetici ed efficaci documenti sul tema della qualità elaborati per supportare i Laboratori nell’applicazione della norma ISO\IEC 17025:2017.

 

 CLICCA QUI per iscriverti alla Newsletter ALPI e riceverai il link per scaricare tutti i “CookBooks EUROLAB” in italiano

 

Il Report ILAC-LC 2017 sull’armonizzazione del sistema internazionale di accreditamento

I laboratori considerano l’accreditamento come un fattore chiave per la competitività e si aspettano che esso venga realizzato equamente e che venga promosso come un vero valore aggiunto in tutto il mondo. Tuttavia, nonostante gli sforzi per migliorare il processo di accreditamento e gli accordi di mutuo riconoscimento (MRA), vi sono forti preoccupazioni per la mancanza di armonizzazione a livello internazionale.

L’ILAC-LC (Laboratory Committee of ILAC) ha costituito un Gruppo di Lavoro, guidato da Alvaro Ribeiro – Presidente di Eurolab aisbl, con l’obiettivo di sviluppare un’indagine di mercato e raccogliere così le opinioni e le preoccupazioni dei laboratori di tutto il mondo riguardo l’armonizzazione e la solidità del sistema internazionale di accreditamento.

Nel mese di Giugno 2017, ALPI ha coinvolto in questa iniziativa le Organizzazioni italiane che operano nel settore dell’attestazione di conformità. I Laboratori e gli Organismi di valutazione della conformità sono infatti portatori di interesse chiave, che possono contribuire a trovare soluzioni a questi problemi per giungere ad un sistema di accreditamento più solido e armonizzato. Una visione globale dei problemi del sistema di accreditamento consente inoltre di supportare i rappresentanti dell’Associazione, che negli incontri internazionali con ILAC vogliono far sentire la voce del mercato e non limitarsi ad analizzare il sistema di accreditamento solo in un contesto “teorico/politico”.

I risultati dell’indagine promossa da ILAC-LC hanno permesso l’elaborazione del White Paper, disponibile in allegato, dal titolo “Harmonization and Consistency of Accreditation 2017- A global view of Laboratories and Conformity Assessment Bodies concerns, expectations and challenges”.

Il documento sintetizza i punti chiave dell’indagine e identifica i cambiamenti necessari da applicare al sistema di accreditamento. Tutti i laboratori che hanno partecipato all’indagine sono accreditati e tutti comprendono e apprezzano i vantaggi dell’accreditamento, ma vi sono preoccupazioni comuni circa le attuali pratiche del processo di accreditamento. Ad esempio, i laboratori segnalano una variazione significativa nei cicli di accreditamento e/o nella frequenza delle valutazioni che implicano costi inferiori o maggiori del business aziendale. Inoltre, molti laboratori segnalano che le Guide supplementari degli Enti nazionali di accreditamento prevedono requisiti aggiuntivi per gli standard di riferimento che comportano significativi sforzi extra per il laboratorio e che variano tra i diversi Paesi.

L’ILAC-LC auspica che i risultati di questo report siano analizzati dalle parti interessate che hanno bisogno di quantificare e di classificare le preoccupazioni più rilevanti (documentate con informazioni reali fornite dagli utenti accreditati), per determinare la linea di condotta appropriata al fine di migliorare l’efficacia complessiva del sistema di accreditamento ed assicurare che ci sia parità di condizioni tra tutte le Organizzazioni accreditate.

Report_ILAC-LC_HCA(2017)