Articoli

DPR 462/01: VERIFICHE IMPIANTI ELETTRICI DI MESSA A TERRA – TENSIONE OLTRE I 1000 V (CORSO CON CFP – CREDITI FORMATIVI PER INGEGNERI)

Giovedì 6 Giugno 2019 Bologna, ALPI organizza il corso “DPR 462/01: VERIFICHE IMPIANTI ELETTRICI DI MESSA A TERRA – TENSIONE OLTRE I 1000 V”, progettato per rispondere alla necessità di una formazione professionale e continua degli Ispettori che svolgono l’attività di verifica sugli impianti elettrici e dei Progettisti, Impiantisti, Manutentori e Consulenti che desiderano ampliare la loro preparazione sulla problematica “sicurezza degli impianti elettrici”.

La formazione continua rivolta al personale operativo, verificatori e tecnici esperti, deve essere supportata da evidenze e resa disponibile ad ACCREDIA e al Ministero dello Sviluppo Economico, che valuteranno l’esperienza e la qualifica del personale per le discipline specialistiche e/o per la tipologia di ispezioni. I verificatori e candidati verificatori degli Organismi Abilitati ai sensi del DPR 462/01 potranno quindi dare evidenza della formazione effettuata ai fini dell’autorizzazione ministeriale e dell’accreditamento ACCREDIA.

Il docente del corso, Nanni Giuliano – Formatore qualificato UNAE, membro del Comitato Tecnico CEI e del Consiglio Direttivo di AEIT Associazione Elettrotecnica Italiana – fornirà le nozioni necessarie all’effettuazione delle verifiche periodiche degli impianti elettrici di messa a terra ai sensi del DPR 462/01 e delle normative applicabili (le norme CEI EN 61936-1 e 50522), dedicando particolare attenzione alle caratteristiche degli impianti appartenenti a sistemi in AT e MT ed alle tecniche di misura appropriate per i verificatori degli Organismi Abilitati.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso, già accreditato per il rilascio di 7 Crediti Formativi Professionali per Ingegneri, che si svolgerà presso la Sede di AULE+, Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Locandina_Corso_Bologna_06-06-2019

MISE: Chiarimenti sulla presentazione delle istanze di autorizzazione degli Organismi Notificati

Con la comunicazione del 04/04/2019, la Divisione XIV – Organismi notificati e sistemi di accreditamento – del Ministero dello sviluppo economico fornisce chiarimenti circa le modalità di presentazione delle istanze di autorizzazione e notifica su NANDO per gli Organismi di valutazione della conformità dei prodotti:

– L’istanza di autorizzazione deve pervenire a mezzo PEC all’indirizzo dgmccvnt.div14@pec.mise.gov.it, corredata da una marca da bollo da € 16,00 e allegando il versamento delle tariffa dovuta. Il Decreto Ministeriale del 19 ottobre 2016 (Allegato 1) stabilisce che l’importo dovuto per il rilascio dell’autorizzazione/rinnovo/estensione/aggiornamento e per la relativa notifica sul sistema informativo europeo NANDO è di € 270,20.

– La documentazione da allegare all’istanza di autorizzazione e notifica è quella indicata nella Direttiva del Ministro Calenda del 13 Dicembre 2017 (Allegato 2) “Presentazione e documentazione relative alle istanze di autorizzazione e notifica degli Organismi di valutazione della conformità con riferimento alla normativa europea di prodotto di competenza esclusiva o primaria del Ministero dello sviluppo economico (MISE)”.

– Occorre altresì completare l’istanza di autorizzazione con la “Dichiarazione Sostitutiva dell’iscrizione alla C.C.I.A.A.” sulla compagine societaria e la “Dichiarazione Sostitutiva della comunicazione antimafia” per ogni soggetto di cui all’art. 85 del D.lgsl. 159/2011.

– È infine necessario allegare all’istanza di autorizzazione la copia del contratto di assicurazione di responsabilità civile verso terzi, che deve contemplare tutti gli elementi definiti dal Decreto Ministeriale del 21 Maggio 2018 (Allegato 3), ovvero: il massimale di copertura non inferiore a € 2.500.000,00 per anno e per sinistro, il riferimento esplicito all’attività di valutazione della conformità, l’indicazione del periodo di copertura del rischio anche per i tre anni successivi alla cessazione della polizza, la copertura assicurativa nel territorio degli Stati entro i quali è consentita la libera circolazione dei prodotti conformi alla/e direttiva/e.

Per maggiori approfondimenti segnaliamo che i suddetti decreti sono disponibili in allegato e sono consultabili direttamente sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico: www.mise.gov.it.

Comunicazione AOO_PIT.REGISTRO UFFICIALE.2019.0077139

ALL. 1 – decreto_ministeriale_19_ottobre_2016_tariffe_mise_accredia

ALL. 2 – direttiva_ministro_12_dicembre_2017_organismi_certificazione

ALL. 3 – decreto_ministeriale_21_maggio_2018_contratti_assicurazione_organismi_notificati

Nuova proroga delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 – D.D. 21/12/2018

Pubblicato il Decreto direttoriale del 21 dicembre 2018 che abilita 113 organismi di ispezione ad operare in regime di proroga nei tempi indicati agli articoli 1, 2 e 3 del predetto provvedimento. Nel decreto sono definite le casistiche e le modalità di proroga per gli Organismi che eseguono le verifiche periodiche sugli impianti elettrici di messa a terra, già destinatari di una proroga in scadenza il 31/12/2018.

Il decreto è disponibile in allegato e sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico al seguente link:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/mercato-e-consumatori/normativa-tecnica/organismi-abilitati-alle-verifiche

ALPI continuerà a seguire da vicino le evoluzioni del settore interfacciandosi con Accredia ed i Ministeri competenti affinché garantiscano la continuità operativa degli Organismi abilitati a svolgere funzioni di verifica di parte terza, secondo la norma tecnica UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 tipo A, su istallazioni ed impianti indicati nel DPR 462/01.

DPR 462 – decreto-direttoriale-21-dicembre-2018

Nuova proroga delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 – D.D. 18/10/2018

Pubblicato il Decreto direttoriale del 18 ottobre 2018 che abilita 13 organismi di ispezione ad operare in regime di proroga dal 18 ottobre al 31 dicembre 2018.

Il decreto è disponibile in allegato e sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico al seguente link:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/mercato-e-consumatori/normativa-tecnica/organismi-abilitati-alle-verifiche

ALPI continuerà a seguire da vicino le evoluzioni del settore interfacciandosi con Accredia ed i Ministeri competenti affinché garantiscano la continuità operativa degli Organismi abilitati a svolgere funzioni di verifica di parte terza, secondo la norma tecnica UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 tipo A, su istallazioni ed impianti indicati nel DPR 462/01.

DPR 462 – Decreto-proroga-del-18-10-2018

Nuova proroga delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 – D.D. 13/07/2018

Pubblicato il Decreto direttoriale del 13 luglio 2018 che abilita 14 organismi di ispezione ad operare in regime di proroga dal 13 luglio al 31 dicembre 2018.

Il decreto è disponibile in allegato e sarà pubblicato sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico al seguente link:

http://www.mise.gov.it/index.php/it/mercato-e-consumatori/normativatecnica/organismi-abilitati-alle-verifiche

ALPI continuerà a seguire da vicino le evoluzioni del settore interfacciandosi con Accredia ed i Ministeri competenti affinché garantiscano la continuità operativa degli Organismi abilitati a svolgere funzioni di verifica di parte terza, secondo la norma tecnica UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 tipo A, su istallazioni ed impianti indicati nel DPR 462/01.

DPR 462 – Decreto-proroga-del-13-07-2018

Nuova proroga delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 – D.D. 19/04/2018

Pubblicato il Decreto direttoriale del 19 aprile 2018 che abilita 13 organismi di ispezione ad operare in regime di proroga dal 19 aprile al 31 dicembre 2018.

Il decreto è disponibile in allegato e sul sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico al seguente link:

http://www.mise.gov.it/index.php/it/mercato-e-consumatori/normativatecnica/organismi-abilitati-alle-verifiche

Tale decreto fa seguito al Decreto direttoriale del 28 febbraio 2018 che autorizza gli Organismi di ispezione titolari di abilitazione con scadenza il 31 dicembre 2017 (già in proroga fino al 28 febbraio 2018 ai sensi del Decreto direttoriale del 13 luglio 2017) ad operare in regime di ulteriore proroga fino al 31 dicembre 2018.

Pertanto, ad oggi, sono stati abilitati ad operare in regime di proroga fino alla data del 31 dicembre 2018 gli Organismi con abilitazione scaduta entro il 12 aprile 2018.

ALPI continuerà a seguire da vicino le evoluzioni del settore interfacciandosi con Accredia ed i Ministeri competenti affinché garantiscano la continuità operativa degli Organismi abilitati a svolgere funzioni di verifica di parte terza, secondo la norma tecnica UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 tipo A, su istallazioni ed impianti indicati nel DPR 462/01.

DPR-n462-del-2001_Decreto-Direttoriale-di-proroga-del-19-aprile-2018-rev

Nuova proroga delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 – D.D. 28/02/2018

Pubblicato il Decreto direttoriale del 28 febbraio 2018 che autorizza gli Organismi di ispezione titolari di abilitazione con scadenza il 31 dicembre 2017 (già in proroga fino al 28 febbraio 2018 ai sensi del Decreto direttoriale del 13 luglio 2017) ad operare in regime di ulteriore proroga fino al 31 dicembre 2018.

Sono abilitati a lavorare in proroga fino alla stessa data del 31 dicembre 2018 gli Organismi con abilitazione scaduta nel primo bimestre 2018.

In allegato e nel link seguente è disponibile il testo del Decreto pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico, che riporta l’elenco dei 48 Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01 autorizzati ad operare in regime di ulteriore proroga fino alla data del 31 dicembre 2018:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/normativa/Decreto-proroga-del-28-02-2018_sito-web.pdf

ALPI continuerà a seguire da vicino le evoluzioni del settore affinché Accredia ed i Ministeri competenti garantiscano la continuità operatività degli Organismi in fase di scadenza, che già erano stati abilitati a svolgere funzioni di verifica di parte terza, secondo la norma tecnica UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 tipo A, su istallazioni ed impianti indicati nel Decreto del Presidente della Repubblica 22 ottobre 2001, n. 462 (articolo 4, comma 2; articolo 6, comma 2 e articolo 7).

Per approfondire e personalizzare l’approccio all’accreditamento ai sensi della UNI CEI EN ISO/IEC 17020:2012, segnaliamo che ALPI ha progettato il corso “APPLICAZIONE DELLA NORMA ISO/IEC 17020:2012 ALLE VERIFICHE ED ISPEZIONI DPR 462/01” che si svolgerà  Martedì 6 Marzo 2018 a Bologna. Per informazioni e iscrizioni CLICCA QUI.

DPR 462 – 2018.02.28 – Decreto-proroga-del-28-02-2018

Confermato l’obbligo di accreditamento per gli Organismi Abilitati ai sensi del DPR 462/01

Con un protocollo siglato il 26 settembre 2017 tra il Presidente di Accredia, ing. Giuseppe Rossi, ed il Direttore Generale della Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico, avv. Mario Fiorentinoun nuovo settore si aggiunge a quelli in cui l’Ente di accreditamento è chiamato a rilasciare le sue attestazioni di competenza: si tratta del Regolamento n. 462 del 22 ottobre 2001 di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi, nel cui ambito è previsto l’intervento di soggetti abilitati ad effettuare verifiche periodiche.

L’accreditamento verrà rilasciato in conformità allo standard UNI EN ISO 17020, per Organismi di ispezione di Tipo A; tale tipologia di Organismi garantisce, oltre alla competenza tecnica, anche elevati requisiti di imparzialità, a tutela delle aspettative di sicurezza espresse da tutti gli stakeholders.

Accredia è destinataria da subito della documentazione che gli Organismi di ispezione, interessati al rinnovo delle abilitazioni in scadenza nel 2017, o comunque titolari di abilitazioni in scadenza nella annualità successive, sono tenuti a produrre sulla base delle disposizioni contenute nel decreto del MiSE del 13 luglio scorso 2017.

Fonte: ACCREDIA

Proroga per il rinnovo delle abilitazioni dei Soggetti Abilitati ai sensi del DPR 462/01

Pubblicato il Decreto direttoriale 13 luglio 2017 che autorizza gli Organismi di ispezione titolari di abilitazione con scadenza nell’anno 2017 ad operare in regime di proroga fino alla data 28 febbraio 2018.

Le procedure per il rinnovo delle abilitazioni hanno destato forte preoccupazione, considerato che molti Organismi Abilitati ai sensi del DPR 462/01 hanno visto scadere la propria abilitazione per il decorrere dei 5 anni di validità della stessa.

ALPI ha sempre seguito da vicino questa problematica ed ha formalizzato questa situazione ai Ministeri competenti, segnalando l’urgenza della gestione di questa emergenza e parallelamente la necessità di garantire la continuazione dell’operatività agli Organismi Abilitati in fase di scadenza.

Finalmente il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato il Decreto in cui viene definita la proroga delle abilitazioni fino a Febbraio 2018 e che a breve verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto è disponibile in allegato e sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico al seguente link:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/normativa/Decreto_abilitazione_regime_di_proroga_13luglio2017pdf.pdf

Per maggiori informazioni sui documenti necessari per presentare la richiesta di rinnovo delle abilitazioni e sulle attività svolte da ALPI in rappresentanza degli Organismi Abilitati ai sensi del DPR 462/01, è possibile consultare l’Area Riservata agli Associati ALPI oppure scrivere a info@alpiassociazione.it.

Decreto di abilitazione in regime di proroga del 13.07.2017_pdf

Nuova Sabatini – Agevolazioni per Industria 4.0

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un aggiornamento sulla Nuova Sabatini, agevolazioni per Industria 4.0.

A partire dal 1° marzo 2017 le imprese potranno presentare domanda di agevolazione per usufruire del contributo maggiorato, calcolato su un tasso di interesse annuo del 3,575%, a fronte di investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

L’obiettivo è incentivare la manifattura digitale e incrementare l’innovazione e l’efficienza del sistema imprenditoriale, anche tramite l’innovazione di processo e di prodotto.

Le istruzioni per le imprese, e gli schemi di domanda e di dichiarazione da trasmettere per poter beneficiare delle agevolazioni, sono definiti nella circolare attuativa del 15 febbraio 2017 disponibile in allegato.

Le disposizioni contenute nella circolare si applicano sia alle domande presentate dal 1° marzo 2017, sia a quelle presentate prima di tale data, tenuto conto della fase a cui sono giunti i relativi procedimenti.

Ecco le principali novità introdotte dalla nuova disciplina:

  • a partire dal 1° marzo, le imprese dovranno utilizzare esclusivamente il nuovo modulo di domanda (release 4.0) che sarà reso disponibile dalla medesima data nella sezione dedicata alla Nuova Sabatini; le domande presentate con il vecchio modulo dopo il 1° marzo saranno considerate irricevibili
  • all’interno del nuovo modulo le imprese dovranno indicare la ripartizione tra investimenti c.d. ordinari e investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (c.d. 4.0)
  • i beni materiali e immateriali rientranti tra gli investimenti c.d. 4.0 sono individuati all’interno degli allegati 6/A e 6/B alla circolare. Con riferimento alla stessa domanda, gli investimenti dichiarati dalla Pmi come investimenti c.d. 4.0, se non rientranti negli elenchi di cui agli allegati 6/A e 6/B, non sono ammessi alle agevolazioni e non possono essere ammessi come investimenti ordinari.

Per ogni approfondimento rimandiamo alla pagina dedicata sul sito del Ministero:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/

pdf1circolare_15_febbraio_2017_n._14036